• Articolo Monaco, 21 gennaio 2013
  • Si pensa in positivo al BAU 2013

  • Innovazione, ottimismo e voglia di crescere, le parole d’ordine della manifestazione biennale di Monaco, la più importante del settore edilizio in Europa

L’aria che abbiamo respirato perdendoci nella vasta fiera del BAU 2013 è di grandissimo ed inaspettato entusiasmo.

E’ vero, si tratta della manifestazione europea più importante del settore edilizio, ma dobbiamo ammettere che gli scorsi due anni di “realismo” e contrazione del mercato edilizio italiano ci hanno disabituato a pensare in positivo. La poderosa locomotiva dell’economia tedesca, invece, ha sostenuto questo evento con un ottimo livello di innovazione e contenuti tecnologici ricordandoci che il settore edilizio tedesco  si trova a vivere, in barba alla crisi globale, un periodo di vivace sviluppo. Prova è che all’appuntamento di Monaco, conclusosi lo scorso sabato, sono state presentate novità non solo nei settori emergenti, come l’efficienza energetica, la bioedilizia e la domotica, ma anche in quelli cosiddetti tradizionali, dove lo sforzo di guardare avanti è apparso evidente per la grande attenzione all’innovazione. Ecco, è proprio l’innovazione  il sostantivo che meglio sintetizza la kermesse tedesca. Favorita senza dubbio dalla scadenza biennale e dalla possibilità concessa dagli organizzatori di utilizzare gli spazi espositivi mesi prima della data di apertura, le aziende hanno avuto modo di “costruire” strutture scala 1.1 impensabili per una fiera convenzionale e di esporre realmente delle novità.

 

 

La sensibilità green di Schüco protagonista dell’evento


Tra le innovazioni presentate in occasione della vetrina internazionale di Monaco non potevano mancare gli spunti tecnologici offerti dall’azienda Schüco, da anni leader di settore. Con il motto “People. Nature. Technology”, coniato dall’azienda appositamente per la fiera BAU 2013, Schüco parla direttamente a coloro che in prima persona si trovano ad interagire con gli edifici,a partire dagli utenti stessi sino ad arrivare alle figure di architetti, progettisti, investitori, serramentisti e trendsetter.

 

L’efficienza, il comfort, il risparmio, la funzionalità ed il design sono le parole chiave delle numerose innovazioni presentate durante l’evento bavarese e che hanno avuto quale unico comune denominatore la promozione dell’abitare e del costruire green. Dalle componenti strutturali ad alta efficienza energetica, sino ai sistemi d’automazione e domotica, l’intero panorama mostrato da Schüco a BAU 2013, ha permesso ai numerosi visitatori di toccare con mano le potenzialità di una nuova tipologia di approccio al “sistema edificio”, basata sull’integrazione tra la sostenibilità ambientale e la concretezza funzionale di prodotti con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

 

La direzione verso cui ci stiamo muovendo – ha sottolineato l’ing. Brovazzo, Direttore Generale di Schüco Italia – si conferma quella dell’innovazione tecnologica a vantaggio delle persone e dell’ambiente. Per quanto riguarda lo sviluppo di nuovi prodotti, siamo impegnati ad arricchire e migliorare le nostre soluzioni considerando le diverse prospettive dei nostri interlocutori, pensando agli utenti, innanzitutto, alle esigenze di risparmio energetico, di comfort, di bellezza e di funzionalità”.