• Articolo Siena, 20 aprile 2012
  • Sostenibilità in Rete

  • L’università di Siena presenta il network Nesso, rete di raccordo di tutte le esperienze e collaborazioni tra istituzioni e realtà economiche locali sul tema della sostenibilità ambientale

Il concetto di sostenibilità, come è stato evidenziato dagli studi più recenti in campo economico, sociale e ambientale, deve essere ormai considerato il fattore chiave per lo sviluppo e l’evoluzione positiva degli scenari futuri, sia a livello territoriale sia a livello mondiale. Inoltre, è ampiamente diffusa la consapevolezza tra le istituzioni, tra gli imprenditori e tra i cittadini, che lo sviluppo sostenibile possa offrire una via d’uscita alla crisi economico-finanziaria, che ha ormai toccato tutti i Paesi.

E’ dunque proprio sul concetto di sostenibilità che occorre approfondire la riflessione già avviata in diversi ambiti, per arrivare a definire strategie di concreta operatività, oltre la condivisione sul piano etico del rispetto dei principi accolti dai vari attori sociali.

In tutto ciò ritengo che sia fondamentale il ruolo che può svolgere l’Università, per il fatto che la ricerca può e deve fornire i presupposti  e i fondamenti teorici alle scelte in campo economico, sociale, ambientale, sia per facilitare la definizione di nuove politiche in ambito pubblico sia per sostenere il mondo imprenditoriale attraverso azioni di trasferimento tecnologico volte a favorire la sostenibilità.

Per queste ragioni, all’Università di Siena, nella quale la sostenibilità si è da tempo caratterizzata come emergente filone di studio e di ricerca all’interno di discipline economiche e scientifiche, abbiamo deciso strategicamente di creare il network Nesso (Network Siena Sostenibilità), radunando dipartimenti, centri di ricerca, singoli studiosi, uffici dell’amministrazione, per attivare sinergie tra tutte le competenze presenti, molte delle quali già coinvolte in progetti avviati da tempo.

Attraverso questa rete vogliamo valorizzare e mettere a sistema tutte le risorse, affinché si producano azioni incisive per lo sviluppo della conoscenza e della consapevolezza ambientale e sociale su scala locale, grazie ai rapporti con il territorio, e su quella internazionale, grazie alle relazioni stabilite con i programmi di ricerca. In questo modo l’Ateneo si impegna ad essere leader nella promozione della cultura della sostenibilità non solo nella ricerca, ma anche nella didattica che offriamo agli studenti, nella formazione, nella consulenza rivolta alle imprese e alle istituzioni.

E non è sicuramente casuale che proprio a Siena nell’Ateneo sia maturata questa sensibilità: il fatto di operare in un contesto territoriale, culturale e istituzionale tradizionalmente consapevole dell’interazione stretta di ogni azione di sviluppo con le conseguenze sull’ambiente e sul tessuto sociale, ha consentito di incontrare immediatamente l’interesse delle maggiori istituzioni, che hanno partecipato alla giornata di presentazione pubblica del nostro percorso.

Il network NESSO potrà dunque d’ora in poi lavorare in una rete allargata ben oltre l’ambito accademico, in sinergia con i progetti avviati dal Comune e  dalla Provincia di Siena, dalla Camera di Commercio, dalla Banca Monte dei Paschi, e dalla Regione Toscana.

La sostenibilità come oggetto di studio e di ricerca, ma anche come linea guida di ogni decisione in Ateneo, sarà dunque una priorità strategica all’Università di Siena, e insieme una chiave di lettura per tutte le priorità della strategia di governo, in primis la digitalizzazione e l’internazionalizzazione.