• Articolo Roma, 14 settembre 2015
  • Obiettivo: unire sostenibilità e sport

    Tremila tifosi per il successo della Re Boat Race

  • Roma si è trasformata nella capitale del riciclo questo fine settimana grazie alla Re Boat Race, la regata riciclata giunta alla sua sesta edizione

RE BOAT RACE 11

 

(Rinnovabili.it) – Avevano ogni forma e dimensione, e si sono date battaglia davanti a tremila spettatori assiepati sulle sponde del laghetto dell’Eur, a Roma. La novità è che le barche costruite con materiale di riciclo che hanno partecipato alla Re Boat Race sono sempre di più. La manifestazione ha raccolto l’adesione di 24 equipaggi, o green team, come li chiamano gli organizzatori. Hanno dovuto disporsi su due file, perché il lago non era abbastanza largo da contenerle tutte.

 

I team erano composti da famiglie, aziende, gruppi di amici che sono accorsi anche da fuori città. La regata è stata vinta da “Officina Move”, squadra composta da papà e figliolo a cavalcioni di una imbarcazione a remi che in di 1’17’’ ha completato il percorso, stracciando i concorrenti. Ma i premi erano numerosi, e sono andati anche alla Re Boat più sostenibile, a quella più lenta, a quella più bella e alla più facile da smontare e “ri-riciclare”.

 

RE BOAT RACE  3

 

La sensibilizzazione dell’opinione pubblica in merito ai temi ambientali e della raccolta differenziata è, infatti, obiettivo di fondo della manifestazione, giunta quest’anno alla sesta edizione. Le regole richiedono di utilizzare nella costruzione il maggior quantitativo possibile di materiali di recupero. Non solo: la trazione della recycled boat deve essere a impatto zero: niente motori o simili, ma al massimo remi e pedali. La forma è invece una libera scelta, a patto che poi la barca galleggi. Così c’è chi ha scelto di mettere in acqua un vero e proprio galeone pirata, chi una zattera in legno e chi una canoa composta da barili. Anche Rinnovabili.it, media partner dell’evento, ha gareggiato con una imbarcazione in legno e plastica e trazione a pedali.

 

RE BOAT RACE 9

 

Alla Re Boat Race, quest’anno, si è affacciato anche un ospite d’eccezione, spinto a partecipare dal nipotino: Salvatore Magri, membro dell’equipaggio di Best Explorer, la prima barca a vela italiana ad aver attraversato il “Passaggio a Nord Ovest”. Un segno che la manifestazione si allarga e acquista prestigio. Ne hanno sentito parlare anche in Francia, dove se ne svolge una analoga: la Rafiot Cyclé. L’equipaggio francese è stato così contattato ed ha preso parte anche a questa edizione italiana, organizzata dall’asd Sunrise 1 e dalla Compagnia del Clownotto, insieme ad una sfilza di partner e con il patrocinio di Comune e Municipio.

 

GUARDA LA GALLERY DELLA RE BOAT RACE

 

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *