• Articolo Roma, 24 aprile 2019
  • Il 25 aprile si apre a Roma il Villaggio per la Terra

  • Dal 25 al 29 aprile al Pincio e al Galoppatoio di Villa Borghese il Villaggio per la Terra la manifestazione per la tutela del Pianeta più partecipata d’Italia

Villaggio per la Terra

 

Villaggio per la Terra: centinaia di eventi gratuiti in 5 giornate di musica, scienza, sport, giochi, arte e talk show

Dopo il Concerto per la Terra del 22 aprile, continuano le celebrazioni ufficiali della Giornata Mondiale della Terra delle Nazioni Unite con l’inaugurazione del Villaggio per la Terra, sempre al Pincio e al Galoppatoio di Villa Borghese, dal 25 al 29 aprile. Eventi organizzati da Earth Day Italia e dal Movimento dei Focolari insieme a centinaia di organizzazioni partner.

Cinque giornate di iniziative dedicate alla tutela del Pianeta, con un focus particolare sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite17 piazze multimediali saranno dedicate ai singoli obiettivi. Le piazze saranno teatro di talk, laboratori, mostre ed eventi ad opera delle tantissime organizzazioni che aderiscono ogni anno alla manifestazione.

“Il Villaggio – spiega  Pierluigi Sassi, presidente di Earth Day Italia – è un’esperienza unica nella quale centinaia di organizzazioni cooperano per realizzare una grande festa senza speculazioni economiche, politiche o culturali. Si celebra in modo esclusivo e libero la bellezza della Terra e delle relazioni umane per gridare a tutti l’importanza di questo straordinario patrimonio che una esasperata economia di mercato sta mettendo seriamente in pericolo. Non nascondo che l’impegno per ottenere questo risultato è immane. Speriamo e confidiamo che altrettanto imponenti siano i frutti di questo impressionante lavoro.”

“Di fronte ad un impegno di dimensioni planetarie come quello della cura della Casa comune,  – aggiunge Antonia Testa, Movimento dei Focolari – occorre un protagonismo di popolo, un protagonismo fondato sull’alleanza donna e uomo, su quella intergenerazionale e sociale. Possediamo le risorse umane, intellettuali e spirituali adatte e necessarie all’impresa epocale di assicurare un futuro al nostro Pianeta, che significa un futuro alle nuove generazioni. Il Villaggio per la Terra è un luogo simbolico e fisico in cui sperimentare che possiamo riuscire a vincere questa sfida, poggiando su valori quali la solidarietà, la stima reciproca, la pace.”

“L’unità dei popoli  – commenta Donato Falmi, Movimento dei Focolari – non è un’utopia, è una necessità: nessuno può farcela da solo. Per questo al Villaggio per la Terra diamo tanto spazio e rilevanza alle Organizzazioni e Istituzioni internazionali e locali: sono uno strumento indispensabile per arrivare allo scopo. Ma gli artefici del successo siamo noi, infatti il grido della Terra passa attraverso la nostra voce, e innanzitutto la voce dei popoli più deboli e indifesi. Come? Uno dei modi più efficaci è quello di far vedere il bene che c’è in ognuno di noi, nelle innumerevoli associazioni e in ogni comunità e popolo: insomma con paziente determinazione collaborare al formarsi di un’opinione pubblica sensibile ai principi dell’ecologia integrale”.

Gli eventi della giornata inaugurale

Il Villaggio della Terra scatta il primo dei cinque giorni della manifestazione per la tutela del Pianeta più partecipata d’Italia. Si apre con la Marcia per la Terra #March4Earth dal Pincio al Galoppaotio; prosegue con la Giornata Diocesana dello Sport; con l’approfondimento sui temi della sostenibilità del talk “Peace – Mettin in campo lo sport!”, focus sul ruolo dello sport e della competizione nella nostra vita; ed infine con gli eventi musicali della serata sulla Terrazza del Pincio.

#MARCH4EARTH – Marcia di apertura del Villaggio per la terra 2019

Ore 10-12 dalla Terrazza del Pincio al Galoppatoio
Una grande marcia darà il via a cinque giorni di sport, musica, spettacoli e giochi. Si parte dal Pincio alle 10 per immergersi nel verde di Villa Borghese, camminando insieme verso il Galoppatoio. Gruppi sportivi, artisti, animatori, musicisti, associazioni culturali e ambientaliste prenderanno parte al corteo animato con balli, canti, le mascotte più amate dai piccoli ed un flash mob pieno di energia.

Giornata Diocesana del gioco e dello sport

Dalle 9 alle 13.30 al Galoppatoio di Villa Borghese, Villaggio dello Sport
Nella sua giornata inaugurale, il Villaggio per la Terra ospiterà la prima Giornata Diocesana del Gioco e dello Sport, intitolata: “Dare il meglio di sé”. L’evento, rivolto a bambini e ragazzi fino a 14 anni, è stato organizzato dalle associazioni della diocesi di Roma che si occupano di crescita e accompagnamento dei giovani attraverso la pastorale del gioco e dello sport: Centro Oratori Romani, Azione Cattolica di Roma, Centro Sportivo Italiano, Unione Sportiva ACLI, Polisportive Giovanili Salesiane, Associazione Nazionale San Paolo Italia, Associazione Guide E Scout Cattolici Italiani e Scout d’Europa. Ognuna disporrà di un’area dedicata nello spazio verde del Galoppatoio, dove  animare giochi tradizionali e gare sportive: biliardino, tiro al bersaglio, pesca bendata, dodgeball, badminton, golf, corsa, percorsi a ostacoli, tiri a canestro, lancio del vortex, frisbee e così via. Lo scopo è favorire il divertimento e lo stare insieme. Alle 12.30 sarà celebrata la Messa presieduta dal segretario generale del Vicariato di Roma mons. Gianrico Ruzza vescovo ausiliare di Roma.

Talk PEACE – Metti in campo lo sport!

Ore 15-16.30 presso l’Area Meeting al Galoppatoio di Villa Borghese

Cinque giorni, cinque talk show.  Si parte con “Peace-Metti in campo lo sport!” : una occasione per riflettere sul ruolo dello sport e della competizione come valori positivi anche nella vita. Il talk “Peace”  quest’anno è organizzato in collaborazione con Il Cortile dei Gentili #BeAlive e Sportmeet. Tra gli ospiti figureranno la più grande schermitrice  di sempre, Valentina Vezzali, ed il rugbista Andrea Lo Cicero. Parteciperanno anche padre Laurent Mazas, direttore esecutivo del Cortile dei Gentili, e Paolo Cipolli, presidente di Sportmeet. Tra i rappresentanti istituzionali ci saranno il presidente della Federazione Italiana Canottaggio Giuseppe Abbagnale, e il presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo Andrea Abodi. Tra i relatori anche il presidente dell’Associazione Familiari Vittime dell’Heysel, Andrea Lorentini e Diego Nepi Molineris, direttore Marketing del CONI, che nell’occasione lancerà l’evento del Concorso Ippico Internazionale di Piazza di Siena.  Tra i relatori anche Giulio Bencini, responsabile del progetto “NOVIS – no violence in sport”, finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito di Erasmus+.

La conclusione sarà affidata a Sua  Eccellenza Monsignor Claudio Giuliodori, Assistente Ecclesiastico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, che vanta un passato da sportivo praticante.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *