• Articolo Roma, 22 ottobre 2012
  • Oasi WWF, orti botanici e musei aperti il 27 e 28 ottobre

    WWF: “Il Festival dell’Ecoscienza” è alla sua terza edizione

  • Con Biodiversamente 2012 spazio al ruolo fondamentale delle Alpi come culla della biodiversità e sede di tre importanti sorgenti fluviali che danno vita al Po, al Rodano e al Reno

(Rinnovabili.it) –  Il Festival dell’Ecoscienza dedicato alle Alpi e all’Acqua è giunto ormai alla terza edizione in occasione della quale, i prossimi 27 e 28 ottobre, in tutta Italia musei scientifici, orti botanici, acquari e Oasi WWF saranno aperti gratuitamente alla  scoperta della biodiversità.

Organizzato da WWF e ANMS (Associazione Nazionale Musei Scientifici) il week end “Biodiversamente: il Festival dell’Ecoscienza” metterà al centro delle iniziative la biodiversità sia nelle aree naturale che nei centri scientifici avvicindando i cittadini alla natura e alle sue bellezze.

 

L’edizione 2012 dell’evento è dedicato alle Alpi, la riserva dell’acqua dell’Europa dove la ricchezza della biodiversità presente non ha quasi eguali, bellezze che potranno essere esplorate attraverso sentieri multimediali e tramite i racconti dei “narratori delle Alpi”.

Queste montagne ospitano circa 30mila specie animali e 13mila specie vegetali oltre alle sorgenti del Reno, del Rodano e del Po. Minacciate dal cambiamento climatico le sorgenti rimangono una delle fonti idriche primarie la cui situazione sta per essere migliorata grazie alla presidenza italiana della Convenzione delle Alpi, nata per salvaguardare l’ecosistema alpino e promuovere lo sviluppo sostenibile in quest’area, un’opportunità da non perdere.