• Articolo Roma, 6 giugno 2013
  • Un progetto triennale promosso da Legambiente e Edison

    Sui banchi di scuola si coltiva una nuova Ecogeneration

  • Nasce la rete interregionale per trasformare gli istituti scolastici in presidi ambientali di eccellenza. Edison: “Un progetto che può diventare il catalizzatore di una nuova forma di agire collettivo”

Sui banchi di scuola si coltiva una nuova Ecogeneration

 

(Rinnovabili.it) – Rendere le scuole italiane promotrici di un cambiamento culturale profondo, che dalle aule raggiunga tutto il territorio regionale. Quello che si propone di fare Ecogeneration: Scuola Amica del Clima, il progetto triennale lanciato da Legambiente in collaborazione con Edison, non è una cosa da poco. L’iniziativa mira al terreno fertile offerto dagli Istituti italiani per trasformarli in un efficiente network da cui far partire una vera e propria rivoluzione sostenibile. Una rete costituita da studenti, insegnanti, dirigenti scolastici, ma anche rappresentanti del terzo settore, di Comuni e Province, di aziende locali, del ministero dell’Istruzione così come  di quello dell’Ambiente, per realizzare una un ampio confronto su metodologie e percorsi da intraprendere in tema di sostenibilità.

“Vogliamo costruire – ha spiegato Vanessa Pallucchi, responsabile Legambiente Scuola e Formazione – basi progettuali comuni a scuole, amministrazioni e imprese di diversi territori per sperimentare, grazie a questa rete, processi legati alla qualità ambientale degli edifici scolastici come punto di partenza per la diffusione di buone pratiche di sostenibilità rivolte a tutto il territorio e alla cittadinanza”.

 

Risparmio energetico, edilizia sostenibile, mobilità sostenibile, gestione dei rifiuti e fonti rinnovabili sono i temi centrali su cui si concentrerà l’azione  che Ecogeneration porterà dall’interno degli istituti scolastici selezionati alla realtà territoriale di ciascuna Regione al fine di creare veri e proprio presidi ambientali di eccellenza. La realizzazione, la programmazione, la gestione del progetto, saranno tenute da un coordinamento organizzativo e didattico di Legambiente. Sarà garantito un gruppo di lavoro permanente che seguirà tutte le fasi del progetto, la tenuta dei tempi e le modalità di svolgimento, l’aspetto comunicativo. A livello territoriale le strutture locali di Legambiente garantiranno, ove possibile, la cura dei rapporti con le scuole fornendo consulenza e supporto per le attività sul territorio.