• Articolo Capalbio, 21 giugno 2018
  • I dischetti di plastica inquinanti trasformati in arte

  • Avevano invaso il litorale tirrenico: oggi grazie alla raccolta e al riciclo sono stati trasformati in spille la cui vendita supporterà i progetti di conservazione delle Oasi WWF della Maremma

spilla riccio WWF

I dischetti di plastica erano stati raccolti durante la campagna di pulizia del WWF Spiagge plastic free

(Rinnovabili.it) – Per giorni si è parlato di dischetti di plastica posati in più tratti costieri del Mar Tirreno Centrale di cui solo successivamente si è scoperta la provenienza. Erano filtri del depuratore che arrivavano dal fiume Sele. Questi misteriosi dischetti sono stati recuperati e al posto di essere gettati sono diventati un piccolo oggetto di design riciclati. I tanti dischetti raccolti durante la campagna di pulizia dei litorali del WWF “Spiagge plastic free” sull’arenile antistante l’Oasi di Burano (Capalbio). La designer tessile toscana Laura Rovida ha trasformato i dischetti in una spilla, conservata all’interno di una piccola custodia anch’essa frutto di materiali di recupero. “Dopo averne raccolti tantissimi, vista la mia propensione al riutilizzo, ho pensato di dar loro una nuova vita – ha detto Laura Rovida – La loro struttura a rete mi ha ricordato la struttura tessile dei tessuti garzati, dunque la cosa piu’ naturale era ricamarci. E ho pensato subito al fenicottero rosa, la mia grande passione, la cui silouette ho riprodotto su ogni dischetto, ricamata in seta”. 

L’acquisto della spilletta fenicottero farà del bene all’ambiente: i proventi della vendita supporterà i progetti di conservazione delle Oasi WWF della Maremma. Si può ottenere il piccolo oggetto riciclato facendo una donazione alle Oasi WWF di Burano e Orbetello, o acquistata direttamente presso il laboratorio dell’artista a Capalbio Scalo (Rovida Design LAB, piazza delle Regioni 7). Si potrà anche ricevere via posta scrivendo a info@rovidadesign.com Intanto l’impegno per la pulizia delle spiagge dalla plastica all’interno della campagna “Spiagge plastic-free”del WWF Italia proseguirà fino alla fine di giugno.  Tutti possono prendere parte alle iniziative di raccolta sulle spiagge che preferiscono: basta scegliere sulla mappa collegandosi a questo link e inviare la propria adesione. Ai primi 10 iscritti per ciascun evento organizzato dal WWF verrà consegnato il kit volontari (berretto, pettorina, e volantini con le soluzioni possibili per ridurre la plastica nella azioni quotidiane). Buona pulizia delle spiagge!

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *