• Articolo Taiwan, 2 novembre 2011
  • Vincitore del concorso asiatico LiteOn

    Luci di carta per chi è a dieta di packaging

  • E’ stata battezzata Ecoligth ed è il concept immaginato da un giovane designer taiwanese per ridurre i rifiuti del settore elettrico

(Rinnovabili.it) – Anche il settore dell’illuminazione sta facendo la propria parte nella quotidiana lotta alle emissioni, studiando soluzioni ad alto risparmio energetico o design che permettano di regolare l’intensità luminosa. Ma c’è chi è voluto andare oltre e, per ridurre l’impatto ambientale delle lampadine, ha disegnato una soluzione, per così dire, “anti -RAEE”, in grado di rendere la tradizionale confezione in cui vengono vendute un componente obsoleto. Justin Hsu, giovane designer taiwanese, si è fatto notare dalla giuria del concorso asiatico LiteOn grazie alla sua brillante ed ecologica idea: una lampadina di carta. L’idea mira a ridurre in una sola mossa la quantità di rifiuti prodotti dalle luci a fine vita e dal loro packaging.

Eco-light, questo il nome del concept, rivisita la classica lampadina, di cui mantiene solo la silhouette, attraverso due strisce di cartone usa e getta ricoperte di una particolare emulsione (di cui non vengono però svelati i dettagli) che si illumina quando attraversata da energia elettrica. Per avere la luce, basterebbe montare eco-light e collegarla ad una lampada, dicendo definitivamente addio alle vecchie confezioni.