• Articolo Bari, 30 marzo 2018
  • In Puglia una proposta di legge per promuovere l’idrogeno

  • Depositato in Consiglio Regionale “Norme in materia di promozione dell’utilizzo di idrogeno e disposizioni concernenti il rinnovo degli impianti esistenti di produzione di energia elettrica da fonte eolica e per conversione fotovoltaica della fonte solare”

puglia idrogeno

 

Un Piano regionale dell’idrogeno per la Puglia

(Rinnovabili.it) – La Puglia è stata una delle prime in Italia a parlare di idrogeno attraverso grandi piani infrastrutturali. Nel 2008 la Regione prometteva la realizzazione dei primi cinque distributori, uno per ogni capoluogo di provincia, tutti alimentati a rinnovabili. Nel tempo il progetto si è rivelato poco più che un nulla di fatto, ora , tuttavia,  il territorio potrebbe riprovarci.

È di questi giorni infatti la deposizione in Consiglio Regionale una proposta di legge dedicata alla promozione di questo vettore energetico. Il testo disciplinerebbe la “Norme in materia di promozione dell’utilizzo di idrogeno e disposizioni concernenti il rinnovo degli impianti esistenti di produzione di energia elettrica da fonte eolica e per conversione fotovoltaica della fonte solare”.

 

A chiarirne gli obiettivi è una nota di Enzo Colonna, Presidente del Gruppo consiliare “Noi a Sinistra per la Puglia” che spiega come il provvedimento si muova su due binari. Da un lato mira a “favorire i processi di ammodernamento degli impianti esistenti di produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile, per non disperdere il patrimonio infrastrutturale già realizzato e quindi evitare ulteriore consumo di suolo”. Dall’altro punta a “ottimizzare le fonti rinnovabili producendo idrogeno con energia elettrica non consumata e non immessa nella rete, destinata diversamente ad essere dispersa”.

 

>>Leggi anche Un impianto solare nell’oceano che produce idrogeno dall’acqua marina<<

 

Nello specifico, la proposta di legge definisce una serie di disposizioni da attivare a livello regionale a partire dall’individuazione di un Piano regionale triennale dell’idrogeno, strumento programmatico che analizzi tecnologie e prospettive di sviluppo, definendo gli obiettivi da raggiungere. Inoltre istituisce l’Osservatorio regionale sull’idrogeno, ente a cui andrebbe il compito di svolgere attività di osservazione, raccolta, monitoraggio e analisi dei dati relativi alla nuova filiera territoriale.

Nel testo è stata inserita anche la richiesta di misure per la realizzazione di impianti di produzione e distribuzione del vettore energetico e la promozione del rinnovo del parco rotabile, su gomma e su ferro, del servizio di trasporto pubblico con il ricorso a mezzi dotati di celle a combustibile, così come l’esenzione dal pagamento dell’imposta di bollo per gli autoveicoli alimentati ad idrogeno.

 

La proposta di legge, caratterizzata da un alto tasso di innovatività nel panorama delle normative regionali in materia intende segnare – conclude Colonna –   un nuovo e aggiornato modello di sviluppo che potrà collocare la Puglia all’avanguardia nella produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile e nell’innovazione orientata all’economia circolare e alla riduzione della dipendenza dai combustibili fossili”.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *