• Articolo Roma, 7 giugno 2012
  • Premiati a Roma i vincitori

    Gli alberi dell’Unità d’Italia

  • Muse d’ispirazione del concorso fotografico sono stati gli alberi secolari del nostro territorio, monumenti storici e ambientali

(Rinnovabili.it) – Sono stati premiati il 5 giugno, a Palazzetto Mattei a Villa Celimontana a Roma, i vincitori del concorso fotografico “Gli alberi dell’Unità d’Italia”. La competizione, promossa dalla Società Geografica Italiana e dalla Fondazione UniVerde, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, era rivolta agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado e mirava a portare avanti un progetto di sensibilizzazione alla tutela e al rispetto dell’ambiente portando i ragazzi alla “scoperta dei patriarchi vegetali d’Italia”. Supervisionati da guide esperte dei 14 Parchi Nazionali e Regionali che hanno aderito al concorso, gli studenti hanno potuto scoprire, attraverso l’obiettivo della macchina fotografica, l’immenso patrimonio naturalistico del nostro paese direttamente sul campo. Ad aggiudicarsi il primo premio la classe IV A del Linguistico Aziendale dell’Istituto ITIS Giovanni XXIII di Roma,  immortalando il Faggio del Pontone, che ha posto le sue solide radici del Comune di Villetta Barrea, nel Parco Nazionale d’Abruzzo, ben 750 anni fa. Obiettivo principe del progetto, rendere onore ad esemplari di alberi che hanno potuto assistere ad avvenimenti storici come l’Unità d’Italia, e che rappresentano una sorta di monumenti da difendere all’interno dei loro habitat. Tra le classi partecipanti al concorso si sono distinti per avere espresso con “creatività e originalità i temi ispiratori del concorso”, i ragazzi della classe I B dell’Istituto Comprensivo Statale “Parmenide di Elea” di Ascea Marina (SA). Lo scatto riguardava un ulivo di circa 200 anni residente nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.