• Articolo Bologna, 5 febbraio 2019
    • Emilia Romagna: ecobonus da 3 mila euro per chi sceglie veicoli ecologici

    • Sconto del 15% sul prezzo di listino e rimborso fino a 3 mila euro: l’amministrazione regionale punta alla sostituzione di circa 2 mila vetture inquinanti.

     

    agevolazioni auto elettrica ibridaL’ecobonus si inserisce in un piano per la mobilità elettrica che pone l’Emilia Romagna all’avanguardia nel Paese

     

    (Rinnovabili.it) – Fino a 3 mila euro di rimborso e uno sconto del 15% sul prezzo di listino: al via l’ecobonus della Regione Emilia Romagna per incentivare la sostituzione di veicoli inquinanti (anche diesel euro 4) e passare a mezzi a basso impatto ambientale o a zero emissioni.

     

    Tra il 15 febbraio e il 24 maggio i residenti in Emilia Romagna con un Isee inferiore ai 35 mila euro potranno richiedere on line alla Regione un rimborso fino a 3 mila euro per l’acquisto di una vettura ibrida, a metano, Gpl o elettrica. Lo sconto sul prezzo di listino, invece, dovrebbe essere applicato direttamente in concessionaria. Uno sforzo che, nelle previsioni, dovrebbe agevolare la sostituzione di circa 2 mila vetture inquinanti.

    La misura, cui è stato destinato un fondo di 5 milioni di euro, si affianca ad altre azioni messe in campo dall’Amministrazione regionale per promuovere il rinnovo in chiave ecologico del parco mezzi: dallo scorso novembre è attivo un fondo da 4 milioni di euro per erogare ecobonus fino a 10 mila euro a chi sceglie di rottamare veicoli commerciali leggeri (fino a euro 4), mentre è stato confermato anche per il 2019 il contributo di 191 euro per tre anni (pari al costo dell’imposta di bollo) a chi acquista un’auto ibrida.

     

    >>Leggi anche Ecoincentivi ed ecotassa: acquistare auto green conviene due volte<<

     

    Ma l’impegno della Regione per promuovere la mobilità sostenibile non si ferma qui: da diversi anni, chi acquista l’abbonamento mensile o annuale per i treni regionali può viaggiare gratuitamente a bordo degli autobus di 13 città (i 9 capoluoghi provinciali più Carpi, Imola e Faenza). Entro il 2020, poi, è prevista l’installazione di una rete di 2 mila colonnine di ricarica per le auto elettriche (1.500 a carico delle principali società di fornitura elettrica e 500 da investitori privati) per una spesa complessiva pari a 18 milioni di euro.

     

    Per maggiori info, visita la sezione Mobilità sostenibile sul sito della Regione Emilia Romagna.

     

     

    Tutte le News | Emilia R.
    veicoli-diesel-e-romagna09 ottobre 2018

    E. Romagna: stop blocco veicoli diesel Euro 4

    Per il Presidente della Regione Emilia Romagna togliere il blocco del traffico ai veicoli diesel Euro 4 non significa abbandonare la lotta contro lo smog, anzi rilancia con nuove misure anti inquinamento

    colonnine di ricarica13 settembre 2018

    Emilia Romagna: ok alla rete di 2000 colonnine di ricarica

    La Regione firma l’accordo per la realizzazione di una rete pubblica per il ‘rifornimento’ in tutto il territorio regionale

    auto ibride16 febbraio 2018

    L’Emilia Romagna incentiva le auto ibride

    La Regione concede nuovi contributi per ogni cittadino residente che ha acquistato nel 2017 un’auto ibrida o che lo farà nel 2018

    Le città verdi dell'Emilia Romagna puntano sulla rigenerazione urbana07 febbraio 2018

    Le città verdi dell’Emilia Romagna puntano sulla rigenerazione urbana

    Dall’accordo tra l’Emilia Romagna e la Fondazione Sviluppo sostenibile nasce “Green City Network”, la rete per condividere progetti di riqualificazione delle aree urbane

    Riciclare le scarpe da ginnastica, l'Emilia Romagna insegna22 novembre 2017

    Riciclare le scarpe da ginnastica, l’Emilia Romagna insegna

    La Regione presenta le sue buone prassi di economia circolare in occasione della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti Settimana europea per la riduzione dei rifiuti 

    Rifiuti urbani21 novembre 2017

    Rifiuti: l’Emilia Romagna accelera verso la tariffa puntuale

    La Regione premia con 4,2 milioni gli 82 Comuni più virtuosi nella gestione dei rifiuti urbani. Gazzolo: “Al lavoro con Anci e Atersir per un regolamento sulla tariffazione puntuale”

    centri del riuso06 ottobre 2017

    I Centri del riuso diventano spazi per la cultura circolare

    La Regione approva le nuove linee guida per i centri comunali, frutto del percorso partecipato condotto nei mesi scorsi