• Articolo Parigi, 31 ottobre 2018
  • Cala sotto il miliardo la quota di persone senza accesso all’elettricità

  • Migliora l’equità energetica ma il mondo rimane troppo distante dall’obiettivo di sviluppo sostenibile (SDG 7.1) che mira a garantire servizi energetici accessibili, affidabili e moderni a livello universale entro il 2030

accesso all'elettricità

 

I dati sull’accesso all’elettricità nel mondo dal World Energy Outlook 2018

(Rinnovabili.it) – Oltre 120 milioni di persone nel mondo hanno ottenuto l’accesso all’elettricità nel 2017. Ciò significa che, per la prima volta in assoluto, la fetta di popolazione che vive ancora senza energia elettrica è scesa sotto la soglia critica del miliardo. A riferirlo è l’Agenzia internazionale dell’Energia (IEA) nel suo World Energy Outlook 2018, raccontando alcune delle più grandi storie di successo degli ultimi anni. Come nel caso dell’India che, stando alle dichiarazioni governative, avrebbe raggiunto in anticipo l’obiettivo di completare il programma di elettrificazione di tutti i suoi villaggi. O dell’Indonesia, dove l’accesso all’elettricità ha raggiunto quasi il 95% della popolazione, rispetto al 50% del 2000 e del Bangladesh, dove il tasso di elettrificazione è passato dal 20% del 2000 all’80% di oggi.

I risultati più eclatanti si sono registrati, però, in Africa: in 18 anni il tasso di accesso del Kenya è aumentato massicciamente dall’8% al 73% e in Etiopia dal 5% al 45%.

 

>>Leggi anche L’accesso universale all’energia passa per rinnovabili e lotta alla CO2<<

 

Dati aggiornati dall’Organizzazione mondiale della sanità e dal Centro dati sull’energia IEA mostrano inoltre come sia iniziato a diminuire gradualmente anche il numero di persone senza accesso alle cosiddette clean cooking facilities, ossia impianti di cottura domestica che non utilizzino biomassa solida, carbone o cherosene. Il calo è in parte dovuto a un maggiore ricorso al gas di petrolio liquefatto (GPL) e a una biomassa migliorata per le stufe. Tuttavia, nonostante questi passi avanti, il mondo rimane ancora fuori strada nei suoi sforzi per raggiungere l‘obiettivo di sviluppo sostenibile (SDG) 7.1, ossia per garantire universalmente servizi energetici accessibili, affidabili e moderni entro il 2030. La popolazione senza accesso all’elettricità è attualmente a quota 600 milioni nell’Africa sub-sahariana – il 57% della popolazione – e a 350 milioni in Asia (9% della popolazione).

 

Chiaramente, mentre celebriamo i risultati dello scorso anno, rimane l’urgente necessità di nuove azioni”, spiega la IEA. “Negli ultimi due decenni abbiamo supportato questi sforzi fornendo dati, paese per paese, sull’accesso all’energia, oltre a servire come una delle agenzie di assistenza per gli SDG 7.2 sulle energie rinnovabili e 7.3 sull’efficienza energetica”. L’ente presiederà la prossima edizione del rapporto Tracking SDG7 in scadenza a maggio 2019, frutto del lavoro congiunto con IRENA, la Divisione Statistica delle Nazioni Unite, l’OMS e la Banca Mondiale.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *