• Articolo Roma, 7 giugno 2019
  • Energia rinnovabile: approvata in Senato la risoluzione sull’autoconsumo

  • Sen. Girotto: “Necessario rendere il nostro Paese energeticamente indipendente e competitivo nel perseguimento dell’innovazione tecnologica”

autoconsumo

 

 

Autoconsumo, è tempo di passare dalle parole ai fatti

(Rinnovabili.it) – Sì alla promozione dei prosumer e delle comunità dell’energia rinnovabile. L’istruttoria condotta dalla Commissione Industria del Senato sul sostegno all’autoconsumo di elettricità si conclude con alcune precise richieste per il Governo. Nella risoluzione presentata dal Senatore Gianni Girotto (M5S) e approvata ieri all’unanimità, si presenta una serie di impegni finalizzati a favorire i cosiddetti energy citizens, letteralmente cittadini dell’energia. A partire, ovviamente, dalla dimensione delle Comunità energetiche, aggregazioni di utenti, famiglie, enti locali o piccole e medie imprese che si associano che condividono l’energia autoprodotta. Per queste realtà la risoluzione chiede che sia riconosciuto il “diritto di produrre, consumare, immagazzinare e vendere l’energia rinnovabile”, senza che la condivisione sia considerata ai fini fiscali come “vendita di energia” e, al contempo, che siano pagati i corrispettivi per la distribuzione di energia, ma non quelli per il trasporto e il dispacciamento se l’energia scambiata non viene veicolata sulla rete  di trasmissione nazionale.

 

>>Leggi anche Rinnovabili, possono trasformare il 50% degli europei in energy citizens<<

 

L’atto impegna anche il Governo a prevedere un meccanismo premiante sull’autoconsumo, anche in alternativa allo “scambio sul posto” e ad adottare misure di agevolazione fiscale o contributi in conto capitale a favore delle comunità energetiche e dei nuovi impianti rinnovabili che opereranno nel consumo di prossimità.

Tra le altre cose, la risoluzione chiede anche che l’autoconsumo, in forma singola o collettiva, sia trasformato in uno strumento conveniente e sostenibile aprendo i mercati alla generazione rinnovabile, servizi di rete in primis.

 

“Con l’approvazione all’unanimità della risoluzione sull’autoconsumo  – ha commentato il senatore Girotto – si chiude oggi un grande capitolo dei lavori della Commissione che ho l’onore di presiedere, che ha raggiunto un traguardo importantissimo per sostenere una vera rivoluzione energetica e una reale decarbonizzazione del Paese […] Il momento è epocale e la politica deve essere pronta a cavalcarlo. È estremamente importante che oggi le scelte fatte vadano verso questa direzione perché solo in questo modo possiamo rendere il nostro Paese energeticamente indipendente e competitivo nel perseguimento dell’innovazione tecnologica. Diversamente – conclude il parlamentare pentastellato – saremo sempre attaccati al tubo degli altri, con gravi problemi a perseguire l’interesse nazionale. Guardare agli obiettivi europei significa impegnarsi non solo per raggiungerli, ma per superarli”.

 

>>Leggi anche Prosumer condominiali, come realizzare le prime mini comunità energetiche<<

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *