• Articolo Roma, 24 giugno 2019
  • Bandi accumulo: novità per l’autoconsumo fv nel Nord Italia

  • La giunta lombarda mette a disposizione 4,4 milioni di euro per lo stoccaggio fotovoltaico, mentre il Veneto pubblica un bando da 2 milioni

Accumulo distribuito bandi accumulo

Credit: Tesla

 

Nuovi bandi accumulo dalle prime due regioni italiane per autoconsumo solare

(Rinnovabili.it) – È un’estate dedicata all’autoconsumo solare quello che caratterizza il Nord Italia. Due regioni, per la precisione Lombardia e Veneto, hanno scelto infatti questo periodo per finalizzare nuovi bandi accumulo con cui supportare l’installazione di batterie per i piccoli impianti fotovoltaici.

In realtà per il territorio lombardo non si tratta della prima volta, come ricorda in questi giorni l’assessore agli Enti locali, Montagna, Piccoli Comuni e Risorse energetiche Massimo Sertori “È la terza edizione del bando rivolto a privati cittadini residenti in Lombardia, che hanno già installato un impianto fotovoltaico, o che sono intenzionati ad acquistarlo integrato con sistemi di accumulo di energia elettrica”. Sulla scia del successo e dell’esperienza maturata nelle edizioni precedenti, la giunta ha deciso di riproporre i contributi dedicati all’energy storage domestico con il preciso obiettivo “di aumentare l’autoconsumo di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili locali”.

Non a caso la Regione Lombardia è oggi la prima in Italia sui dati dell’autoconsumo solare: per la precisone qui il 36 per cento dell’energia generata dai pannelli fotovoltaici, è impiegata dagli stessi produttori, chiamati in questo caso prosumer (dati del GSE per il 2018).

 

>>Leggi anche Fotovoltaico italiano, la potenza solare è a quota 20,1 GW<<

 

Il nuovo bando accumulo metterà a disposizione 4,4 milioni di euro, prevedendo una doppia finestra temporale per l’erogazione dei contributi su due anni, per il 2019 e il 2020.

 

Sullo stesso filone si inserisce il Bando del Veneto, seconda regione in Italia per autoconsumo fotovoltaico. Approvato dalla Giunta su proposta dell’assessore regionale allo sviluppo economico ed energia Roberto Marcato, il provvedimento ha aperto oggi la sua call, mettendo a disposizione 2 milioni di euro in totale. Nel dettaglio, il bando prevede contributi a fondo perduto per l’acquisto e installazione di un sistema di stoccaggio a servizio di un impianto fotovoltaico domestico: gli incentivi avranno un importo massimo concedibile pari a 3.000 euro e variabile fino al 50 per cento delle spese effettuate.

“Il contributo – chiarisce la Regione in una nota stampa – è concesso mediante una procedura a sportello per via telematica (SIU). Tale procedura prevede un accreditamento online, che sarà possibile dalle ore 9 del 24 giugno alle ore 15 del 25 luglio e la successiva presentazione della domanda, aperta sempre online dalle ore 9 dell’8 luglio alle ore 15 del 31 luglio”.

 

>>Leggi anche Energia rinnovabile: approvata in Senato la risoluzione sull’autoconsumo<<

4 Commenti

  1. Michele d'Orsi
    Posted giugno 25, 2019 at 8:10 am

    L’iniziativa dovrebbe avere carattere nazionale .

  2. Maurizio Mariani
    Posted giugno 25, 2019 at 3:06 pm

    Ho installato un impianto TV 2kw
    Vorrei potenziarlo e dotarlo di accumulatore. Quali sono i termini x avere finanziamenti da reg Lombardia? Grazie saluti.

  3. Marin Angelo
    Posted giugno 25, 2019 at 9:43 pm

    Buongiorno, vorrei maggiori chiarimenti sulla modalità di presentazione delle domande per finanziamento autoconsumo su residenziale.
    Grazie

  4. Peppino Tore
    Posted giugno 26, 2019 at 10:44 am

    E in Sardegna ?

Rispondi a Michele d'Orsi Cancel reply

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *