• Articolo Roma, 30 maggio 2018
  • La batteria liquida di Bettery si aggiudica il premio Next Energy

  • Lo spin off universitario creato da Francesca Soavi e Francesca De Giorgio vince la seconda edizione del contest Terna-Fondazione Cariplo, nato per individuare i nuovi talenti dell’energia in Italia

batteria liquida

La cerimonia di premiazione di Next Energy

 

La nuova batteria liquida Li-O2 della startup Bettery

(rinnovabili.it) – Una batteria liquida in grado offrire un’energia specifica 5 volte superiore a quelle dei migliori sistemi d’accumulo commerciali e dotata di brevissimi tempi di ricarica. In una sola parola: Nessox, acronimo complesso di NEw Semi-Solid flow lithium OXygen battery. Come dice lo stesso nome del progetto, il dispositivo combina l’elevata densità di energia dello storage Li – O2 con l’architettura flessibile e scalabile tipica delle batterie di flusso redox. Una “mix” che permette di ottenere grandi quantità di energia accumulata per unità di massa, unitamente alla flessibilità di design e una veloce ricarica tramite semplice sostituzione del liquido interno.

Nessox è il frutto di anni di lavoro di due ricercatrici del Dipartimento di Chimica Giacomo Ciamician dell’Università di Bologna, Francesca Soavi e Francesca De Giorgio, fondatrici oggi della startup Bettery. L’obiettivo della giovane azienda? Puntare su una strategia di outlicensing, ossia vendere la licenza del brevetto dell’innovativa batteria liquida litio-ossigeno.

 

>>Leggi anche Auto elettrica: se la batteria di flusso si ricarica in un istante<<

 

Della bontà dell’invenzione ne sono convinti anche Terna e Fondazione Cariplo che assieme alla Cariplo Factory hanno assegnato a Bettery la seconda edizione del premio Next Energy, competizione nata per sostenere i nuovi talenti dell’energia in Italia. La giuria, presieduta dal presidente Terna Catia Bastioli, ha assegnato a De Giorgio e Soavi con un voucher di 50.000 euro in servizi per “il migliore progetto innovativo tra i 10 selezionati all’interno della Call for Ideas”. Spiega Carlo Mango, Consigliere Delegato di Cariplo Factory “La seconda edizione di Next Energy è stata l’occasione per sperimentare sul campo l’innovativo modello di accelerazione diffusa su tutto il territorio nazionale, attraverso la rete di incubatori e acceleratori di Cariplo Factory”.

“La qualità dei progetti presentati oggi  – aggiunge Mango – indica che il modello risponde in pieno alle necessità di sviluppo e crescita delle nostre startup. Sono convinto che Bettery saprà sfruttare al meglio i 50 mila euro in servizi e, come già successo in passato, avviare un percorso virtuoso di go to market”.

 

Il primo settore a cui punta Bettery Nessox è quello dell’accumulo stazionario di energie rinnovabili, ma la soluzione si potrebbe adattare anche alle esigenze della mobilità elettrica grazie alla capacità di offrire maggiori autonomie, potenze elevate e ricariche istantanee. La batteria liquida combina un funzionamento ad alta tensione (2,5-3,0 V) e una capacità di scarica eccezionalmente elevata (>500 mAh / g di peso totale del catolita) con una densità energetica di 5-10 volte superiore rispetto alle batterie agli ioni di litio convenzionali (>600 Wh/L, >500 Wh/kg). Il costo dovrebbe essere di 150 €/kWh, in linea con le batterie agli ioni di litio.

3 Commenti

  1. NICOLA SPANO'
    Posted agosto 12, 2018 at 6:59 pm

    Supponendo che la NESSOX possa andare sul mercato delle Batteryes, poichè si tratta di una batteria a flusso più esattamente ad un solo flusso, quello catodico, costituito essenzialmente da una miscela organica del tipo EC(Etilen carbonato) + DC(Dietil carbonato) + liquido ionico + sale di litio Li+TSFI-. Bisogna poi vedere quanto costa sul mercato in litro di miscela flussante (arricchita di O2(gas) e quanto dura nel serbatoio. Se tale costo è superiore al costo della ricarica elettrica chiaramente il gioco non vale la candela.

  2. CATELLO Esposito
    Posted novembre 13, 2018 at 2:47 pm

    qualunque sia il costo converrà sempre perchè in futuro ci sarà solo ciò che ci migliora la vita . Costi quel che costi.

  3. Fabio
    Posted maggio 1, 2019 at 3:27 am

    Ma poi del liquido esausto che si fa?!

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *