• Articolo Stoccolma, 12 luglio 2018
  • Svezia: arrivano le batterie di carta per rendere smart gli imballaggi

  • BillerudKorsnäs e i ricercatori dell’Università di Uppsal lavorano insieme per portare in commercio batterie economiche ed ecologiche, realizzate a partire dalla cellulosa delle alghe

batterie di carta

Test del materiale

 

Dall’eco-packaging allo smart packaging grazie alle batterie di carta

(Rinnovabili.it) – La ricerca svedese apre nuovi orizzonti nell’energy storage. L’azienda BillerudKorsnäs, produttrice di materiali per l’imballaggio rinnovabile, e i ricercatori dell’Università di Uppsala stanno rendendo le batterie di carta una realtà. La collaborazione tra i due è iniziata nel 2017 con l’obiettivo di regalare prestazioni aggiuntive alla cellulosa algale, fibra inserita nella lista di materie prime che l’azienda impiega per produrre il packaging. Il lavoro, condotto da uno dei più importanti team di ricerca svedesi sotto la guida di Maria Strömme, ha aperto la strada a dispositivi di accumulo ecologici e poco costosi, con l’obiettivo a lungo termine d iniziare la produzione su larga scala e fornire applicazioni specifiche, come la realizzazione di imballaggi intelligenti.

In realtà le batterie di carta non sono una novità per il mondo della ricerca. Si tratta di unità progettate per utilizzare un distanziatore formato in gran parte di cellulosa, che incorporano strutture su scala nanometrica che agiscono come elettrodi. Oltre ad essere particolarmente sottili le “paper battery” sono flessibili e prive di componenti corrosivi, consentendo l’integrazione in un’ampia gamma di prodotti.

 

>>Leggi anche Celle a combustibile in carta, smaltirle è un gioco da ragazzi<<

 

“Ciò che è speciale in questo caso è il modello di collaborazione tra BillerudKorsnäs e Uppsala University che ha portato alla tecnologia ad adattarsi ai processi di produzione commerciale”, spiega Lars Sandberg, project manager per l’innovazione presso BillerudKorsnäs. “Stiamo combinando la profonda competenza teorica dei ricercatori con la nostra comprensione dell’innovazione e della tecnologia di produzione. Creando una piattaforma comune, possiamo concentrare il nostro lavoro sul futuro, sulla creazione di un prodotto avanzato che possa ancora essere realizzato in modo efficace”. A lungo termine, spiega l’azienda, questi le batterie di carta offrono la possibilità di realizzare imballaggi intelligenti e più sostenibili. Integrando la tecnologia con piccoli sensori è possibile, ad esempio, tracciare le confezioni lungo l’intera catena di trasporto o misurare la temperatura in tempo reale. L’ambizione del progetto è rendere possibile in futuro riciclare le batterie insieme alle scatole. “La paper battery è un elemento chiave del puzzle di produzione di imballaggi intelligenti che richiedono fonti di energia piccole e sostenibili”.

 

>>Leggi anche Da Londra la biobatteria solare che diventa carta da parati<<

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *