• Articolo La Avana, 6 ottobre 2014
  • Un incontro incentrato sulle green energy

    Energie rinnovabili: Cuba dà spazio alla sostenibilità della biomassa

  • Cuba ospita l’evento internazionale sulle energie rinnovabili dando particolare risalto all’importanza della gassificazione della biomassa forestale per la produzione di energia

energie rinnovabili(Rinnovabili.it) – Si sta svolgendo in queste ora a Cuba il workshop internazionale incentrato sulle energie rinnovabili. Dall’evento gli esperti si aspettano la pubblicazione, entro giovedì, dei risultati relativi allo studio sulla gassificazione della biomassa forestale finalizzata alla generazione di energia elettrica nel territorio  cubano dell’Isola della Gioventù.

L’incontro si svolgerà nel corso di due giornate nel Palazzo delle Convenzioni dell’Avana per poi trasferirsi insieme ai delegati di Cile, Argentina, Repubblica Dominicana, Paesi Bassi, Austria, Brasile e Spagna che discuteranno concentrandosi sullo sviluppo della tecnologia di gassificazione.

Secondo un portavoce questo è il progetto tra i più importanti dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Indistriale (Onudi), che si svolge in questo paese caraibico.

Durante la prima giornata l’evento si concentrerà, come già accennato, sulla gassificazione di biomasse come energia rinnovabile per lo sviluppo sostenibile, sessione tenuta da Diego Masera, a capo dell’Unità per l’Energia Rurale e le energie rinnovabili di Onudi. Altra tematica centrale le Bioenergie nei Paesi in via di Sviluppo insieme ad una serie di case history che evidenziano i vantaggi dell’utilizzo delle fonti green nelle isole come Cuba.

Tra gli scopi del progetto l’aumento della capacità istallata sul territorio dell’Isola della Gioventù, un’area ritenuta particolarmente soggetta ai danni causati dai cambiamenti climatici per la sua dimensione e struttura che la portano anche ad avere difficoltà nel quotidiano approvvigionamento energetico.

Per ovviare a queste problematiche l’Onudi ha già donato ad una comunità composta da 80 famiglie, per un totale di 230 famiglie, un gassificatore a biomassa legnosa che impiega i residui forestali per la produzione di elettricità.

 

Allo stesso tempo è stata organizzata una porzione di foresta affinchè alimenti la produzione energetica senza danni ambientali né sfruttamento ed è stata costruita una centrale elettrica con una potenza di 500 kW alimentata con biomassa forestale. Valutato per un ammontare di 5,3 milioni di dollari il piano energetico è sostenuto dal Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (Unep)  con lo scopo di aumentare la produzione energetica ed abbattere le emissioni inquinanti.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *