• Articolo Roma, 30 maggio 2012
  • Il termine ultimo per presentare le domande di agevolazione è stato fissato al 13 luglio 2012

    In Gazzetta, le modifiche al ‘Bando Biomasse’ del 15 marzo 2012

  • Tra le novità presenti nel testo, l’abbassamento della potenza minima degli impianti elettrici che passa da 1 a 0,65 MW

(Rinnovabili.it) – Sono uscite ieri, in Gazzetta Ufficiale, le correzioni al “Bando Biomasse” del 15 marzo 2012 di modifica al Decreto ministeriale del 13 dicembre 2011 nell’ambito del Poi Energia 2007-2013. Tante le novità presenti nel testo, tra cui in particolare: l’abbassamento della potenza minima degli impianti elettrici che passa da maggiore di 1 MW (elettrico) a maggiore di 0,65 MW (elettrico); la modifica del punteggio della premialità riferita alla quantità di biomassa utilizzata, proveniente dalle regioni obiettivo; l’istituzione di una sezione distinta per i programmi di investimento aventi per oggetto impianti elettrici con potenza inferiore a 1 MW (elettrico) pari a 35 mila euro; ed infine possibilità per le cooperative di accedere al bando. Dalla nota del MSE è stato inoltre riportato il termine finale per la presentazione delle domande di agevolazione, fissato al 13 luglio 2012.

Con le nuove modifiche del Bando Biomasse, il Ministero dello Sviluppo Economico vuole in questo modo “ridurre la soglia dimensionale minima di potenza disposta in ordine all’ammissibilità di programmi d’investimento inerenti all’esercizio di impianti di cogenerazione e di tri-generazione alimentati da biomasse, allo scopo di favorire una più agevole partecipazione delle imprese al predetto Bando”.