• Articolo Santa Cruz de Tenerife, 9 agosto 2012
  • La ricetta salva crisi della Consigliere al Lavoro

    Canarie: “la soluzione alla crisi non passa per il petrolio”

  • Il ministro Margarita Ramos si oppone alla politica pro- esplorazioni petrolifere suggerendo piuttosto di puntare sulle energie rinnovabili

(Rinnovabili.it) – La soluzione all’attuale crisi “non passa attraverso la promozione di nuove attività d’esplorazione petrolifera”. A dichiararlo è il Ministro del Lavoro delle comunità autonoma spagnola, Margarita Ramos, in risposta a quanto ipotizzato dal Ministero delle Attività Produttive come antidoto al difficile periodo di congiuntura. Per la responsabile dell’occupazione, la soluzione alla difficile situazione economica e finanziaria comporterebbe al contrario “la determinazione di un unico quadro giuridico per lo sviluppo delle energie rinnovabili”. Fino ad oggi le Ereen Energy dell’arcipelago non hanno avuto vita facile, “costrette” a crescere senza una norma di riferimento in grado di supportare operatori e sviluppatori.

Per Ramos, il Governo centrale “deve, una volta per tutte, agire e porre le basi per un modello basato sulle fonti rinnovabili”, sottolineando che per le Canarie con gli incentivi “giusti” e il consolidamento della potenza verde “si arriverebbe a un punto di svolta per l’attività economica e la creazione di nuovi posti di lavoro”. Il ministro ha invitato la propria comunità a non ripercorrere le mosse sbagliate del governo Spagnolo che ha paralizzato l’attività economica lasciando le aziende in una profonda incertezza che non permette oggi di sviluppare nuovi progetti.