• Articolo Yokohama, 26 ottobre 2011
  • Zero emissioni, efficienza e riciclaggio i capisaldi del NGP 2016

    Anche la Nissan si “lava di verde”

  • La casa automobilistica giapponese ha presentato il suo piano con cui, nei prossimi 6 anni, renderà la sua attività meno emissiva e più efficiente

(Rinnovabili.it) – Riduzione delle emissioni di CO2, impiego delle energie rinnovabili e utilizzo dei materiali riciclati. Un percorso che durerà ben sei anni quello intrapreso dalla casa automobilistica Nissan, che proprio due giorni fa ha annunciato il suo Green Program 2016, il nuovo piano ambientale con cui la casa giapponese intende perseguire ambiziosi obiettivi. Oltre a voler ottenere la leadership nell’efficienza dei consumi, infatti, il Nissan Green Program 2016 (NGP) punta anche a ridurre le emissioni aziendali di anidride carbonica e a migliorare la percentuale di riciclaggio a circuito chiuso. Scendendo più nel dettaglio delle azioni previste nel NGP 2016, l’azienda ha dichiarato di voler metter in piedi un’alleanza con la Renault, nell’ambito della quale puntare a vendere almeno 1,5 milioni di veicoli a emissioni zero entro il 2016 e sviluppare un veicolo elettrico a celle a combustione (FCEV); i livelli dei consumi saranno migliorati del 35% rispetto ai valori del 2005, attraverso il lancio di prodotti più efficienti, tra cui sistemi ibridi a trazione anteriore per i veicoli appartenenti al segmento C o superiore, modelli ibridi di tipo plug-in e l’introduzione di una trasmissione a variazione continua (CVT) di ultima generazione. Per quanto riguarda il riciclaggio, invece, l’azienda sarà impegnata a migliorare quello a circuito chiuso, grazie all’adozione di uno schema che include acciaio, alluminio e materiali plastici.