• Articolo Aalto, 21 dicembre 2011
  • Nuove celle in produzione commerciale tra 5-10 anni

    Dalla Finlandia un nuovo contributo per fuel cell economiche

  • Attraverso la tecnica della deposizione di strati atomici i ricercatori della Aalto University sono riusciti a ridurre del 60% l’uso del catalizzatore

(Rinnovabili.it) – In Finlandia un team di ricercatori della Aalto University ha messo a punto un innovativo metodo di produzione delle celle a combustibile che promette di essere molto più economico delle attuali tecniche di fabbricazione. Elemento chiave del lavoro svolto dagli scienziati finlandesi un catalizzatore nano strutturato realizzato con un metallo nobile attraverso la tecnica della Deposizione di strati atomici (Atomic Layer Deposition – ALD). Questo metodo si basa sull’uso sequenziale di un processo chimico in fase gassosa permettendo di risparmiare il 60% del catalizzatore normalmente impiegato per le fuel cell.

“Si tratta di una scoperta significativa, dal momento che i ricercatori non sono riusciti a raggiungere prima un risparmio di questa portata con i materiali attualmente in commercio”, ha commentato Tanja Kallio docente presso l’Aalto University. Comunemente le celle a combustibile utilizzano rivestono l’anodo con costose polveri di metalli nobili; utilizzando il metodo ALD, i ricercatori hanno scoperto che questa copertura può essere molto più sottile ed uniforme rispetto a prima, mantenendo elevata la qualità ma abbassando di conseguenza i costi. I primi risultati sono stati ottenuti impiegando palladio come catalizzatore e lo stadio successivo sarà quello di verificare la funzionalità della struttura in fuel cell vere e proprie. Secondo i ricercatori la produzione commerciale potrebbe iniziare già tra 5-10 anni da oggi. Lo studio, finanziato dall’Ateneo e dall’Accademia di Finlandia, è stato pubblicato questo mese sul Journal of Physical Chemistry C Journal.