• Articolo Berlino, 7 giugno 2013
  • Con l’appoggio di IRENA

    Club delle Rinnovabili: l’elite degli investimenti green fa squadra

  • Dieci Paesi, tra cui Cina, Germania, India e Marocco, hanno lanciato in questi giorni una nuova alleanza politica di alto livello per promuovere l’energia rinnovabile, al fine di scalarne la distribuzione a livello mondiale

Club delle Rinnovabili: l’elite degli investimenti green fa squadra(Rinnovabili.it) – Ci sono paesi nel mondo che più di altri hanno investito, e continuano a farlo, nelle fonti rinnovabili. E non sorprende allora venire a saper che questi stessa élite di eco-investitori abbia deciso di fare squadra nel nuovo Renewables Club, nuova alleanza politica di alto livello per nata con l’obiettivo di promuovere l’energia pulita.

Il Club è stato presentato in questi giorni a Berlino da Peter Altmaier, Ministro tedesco dell’Ambiente; la Germania è infatti una delle dieci nazioni dentro la nuova alleanza, insieme a Cina, India, Danimarca, Marocco, Francia, Sud Africa, Tonga, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito e l’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA).

 

Insieme le dieci potenze si adopereranno per sostenere la diffusione e la crescita delle green energy al fine di scalarne la distribuzione a livello mondiale ritenendo ciò  elemento essenziale di un futuro sostenibile e più prospero. “Siamo determinati a lavorare insieme come fautori e gli esecutori dell’energia rinnovabile a livello globale”, ha spiegato Altmaier. “Noi in Germania non siamo isolati con la nostra Energiewende, ma siamo parte di un forte gruppo di leader”. Il ministro ha inoltre tenuto a sottolineare come, “IRENA abbia compiuto notevoli progressi nel portare avanti l’agenda delle rinnovabili”, e come il Renewables Club sia pronto fina da subito a lavorare a sostegno degli obiettivi e dei programmi dell’Agenzia.

 

“Ci rendiamo conto – si legge nella prima nota stampa rilasciata dal Club delle rinnovabili  –  che, con una domanda energetica globale in crescita esponenziale, i paesi si trovino oggi ad affrontare decisioni su investimenti e infrastrutture su scala che definiranno lo sviluppo delle generazioni a venire. Riconosciamo anche che l’attuale sistema energetico così com’è adesso presenta rischi per lo sviluppo del clima, l’ambiente, l’eradicazione della povertà, la sicurezza energetica e, in particolare nei paesi più vulnerabili. Siamo convinti però che l’energia rinnovabile sia una parte essenziale della soluzione alle sfide esistenziali che ci attendono”. Il prossimo incontro sarà ospitato dagli Emirati Arabi Uniti a margine della quarta sessione dell’Assemblea IRENA a gennaio 2014.