• Articolo Roma, 12 giugno 2012
  • Il via libera è arrivato dopo un confronto con l’Aeeg nell’ambito del “Parere 18 maggio 196/2012/I/EFR”

    Dal MSE, ok alla revisione per identificare gli impianti FER

  • Le modifiche approvate dal Dicastero riguarderanno inoltre le procedure di emissione e gestione dei titoli CO-FER

(Rinnovabili.it) – Dal Ministero dello Sviluppo Economico arriva l’approvazione della revisione relativa alla “Procedura per l’identificazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili ed emissione e gestione delle certificazioni di origine per i suddetti impianti” – lo ha comunicato ieri il GSE, dopo aver precedentemente trasmesso al Dicastero le nuove proposte procedurali.

Il via libera del MSE è stato dato dopo l’esito positivo di un confronto con l’Aeeg nell’ambito del “Parere 18 maggio 196/2012/I/EFR”, e riguarderà nello specifico, alcuni aspetti significativi tra cui l’ottimizzazione di alcuni elementi organizzativi relativi alla qualifica degli impianti di produzione di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili; il calendario per la presentazione delle domande di qualifica ICO-FER; le modalità di richiesta di emissione dei titoli CO-FER per gli impianti ibridi e gli impianti a pompaggio; il diritto di opzione del produttore a richiedere l’emissione alternativa tra i titoli CO-FER e i titoli RECS; l’utilizzo, (anche ai fini dello scambio dei titoli CO-FER), della piattaforma predisposta dal GME per la negoziazione dei medesimi titoli per ridurre i costi amministrativi complessivamente sostenuti; e infine, il valore unitario dei corrispettivi da riconoscere al GSE al fine dell’emissione e dell’annullamento dei titoli CO-FER, fissato per il 2012 pari a 2,5 c€/MWh.