Tutte le News | Conto energia
CDM 4 conto energia04 maggio 2011

IV Conto energia domani in Consiglio dei Ministri

Appianate le divergenze tra i ministri dello Sviluppo e dell’Ambiente: l’incentivo sarebbe erogato a partire dall’allaccio dell’impianto pv alla rete, garantendo il produttore in casi di ritardi dalle procedure previste per i normali allacciamenti

No 4 conto energia28 aprile 2011

4° Conto Energia: il no delle Regioni al Decreto

Errani: “ci troviamo davanti a un decalage degli incentivi che va rimodulato perché troppo brusco”

4 Conto energia19 aprile 2011

Le anteprime del 4° Conto Energia

Si segue il modello tedesco: obiettivi indicativi della potenza installata coerenti con previsioni annuali di spesa, per un costo cumulato annuo al 2016 tra i 6 e i 7 miliardi. E dal 2013 l’incentivo si trasforma in tariffa omnicomprensiva. In attesa della pubblicazione, prevista per domani, alcune valutazioni sulla bozza del decreto

ue18 aprile 2011

Decreto rinnovabili, Bruxelles richiama Romani

Il commissario Oettinger scrive il ministro dello Sviluppo italiano per manifestare la propria preoccupazione nei confronti del decreto italiano

conto energia12 aprile 2011

La bozza del 4° Conto energia preoccupa ANIE/GIFI

Il Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane esprime forte apprensione in merito alle indiscrezioni che circolano sul nuovo sistema di tariffe per il fotovoltaico

assosolare29 marzo 2011

Da Assosolare le linee guida per 4° Conto Energia

Chianetta: “accompagnare la graduale riduzione degli incentivi con una radicale diminuzione dei tempi degli iter autorizzativi”

decreto romani14 marzo 2011

Decreto Romani, la Prestigiacomo incontra le Associazioni di settore

Continuano le polemiche in merito al Decreto Rinnovabili. Per trovare soluzioni il ministro dell’Ambiente Prestigiacomo si siederà al tavolo di confronto domani pomeriggio ascoltando il parere di Anie, Aper, Anter e Asso Energie future

Firma 4 conto energia05 marzo 2011

IV Conto Energia, dopo il sì del CdM la firma

Dopo il via libera di Palazzo Chigi, il decreto è stato firmato dai ministri dello Sviluppo economico e dell’Ambiente. Tra gli elementi clou la premialità per le installazioni in aree da bonificare, in sostituzione di amianto e di quelle che supportino la qualità del Made in Italy