• Articolo Roma, 30 maggio 2012
  • La Conferenza Stato-Regioni rimanda l’incontro politico

    V Conto energia e rinnovabili elettriche, ancora un rinvio

  • Passera alla Camera: “in preparazione il sistema di incentivi per le rinnovabili termiche e per interventi di efficienza energetica”

(Rinnovabili.it) – Non c’è accordo su i due provvedimenti  riguardati gli incentivi alle eco-energie. Il V Conto Energia e il decreto rinnovabili elettriche non riescono ad uscire dalla fase di valutazione tecnica destinati, almeno in apparenza, a rimanere ancora nel limbo per un’altra settimana. E’ di queste ore infatti il rumors che vuole l’incontro decisivo della Conferenza Stato-Regioni nuovamente rinviato di sette giorni. In un clima generale decisamente teso continuano a susseguirsi gli appelli di associazioni di settore, organizzazioni ambientaliste e forze politiche che premono per una rimodulazione dei testi di schema. In questo nuovo ritardo, il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, è intervenuto oggi alla Camera per risponder ad un’interrogazione sui tempi per l’adozione dei due decreti attuativi. La previsione fatta dallo stesso Passera è che i provvedimenti possano essere emanati “nelle prossime settimane”. Il ministro ha anche tenuto a sottolineare come proprio sul fronte della produzione elettrica sostenibile l’Italia sia in anticipo rispetto agli obiettivi prefissati per il 2020, che saranno raggiunti probabilmente già a cavallo tra quest’anno e il 2013. Passerà ha anche fornito un’anticipazione sul fronte delle Fer termiche dove, ha spiegato, si sta “finalizzando un decreto interministeriale per dare il via a un nuovo sistema di incentivi per le rinnovabili termiche e per interventi di efficienza energetica. Entro questa settimana avvieremo la concertazione con gli altri ministeri interessati”.