• Articolo Trieste, 1 marzo 2012
  • Efficienza energetica: proroga per adozione graduatorie FESR

  • Tempo fino al prossimo 30 aprile per concludere l’attività istruttoria del bando approvato nel 2011

Le quattro Camere di Commercio del Friuli Venezia Giulia avranno tempo fino al prossimo 30 aprile per concludere l’attività istruttoria del bando approvato nel 2011 che disciplina i criteri e le modalità per l’accesso ai finanziamenti previsti dal Programma Operativo Regionale (POR), finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) per sostenere l’efficienza energetica e l’utilizzo delle fonti rinnovabili da parte di imprese turistiche.
Lo stabilisce una delibera approvata oggi dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore alle Attività produttive Federica Seganti, d’intesa con il collega alle Relazioni internazionali e comunitarie Elio De Anna.  Alle Camere di Commercio è dunque concesso più tempo per l’adozione delle graduatorie provinciali, dopo che alle imprese turistiche sono state richieste delle integrazioni che hanno comportato uno slittamento nella presentazione della necessaria documentazione.
Sulla base delle graduatorie provinciali parziali, curate dagli enti camerali, la Regione provvederà quindi a predisporre la graduatoria regionale unica delle iniziative ammissibili a contributo. Come ricorda l’assessore Seganti, saranno finanziati interventi volti al risparmio energetico, all’utilizzo di fonti rinnovabili (solare, eolico, fotovoltaico), alla realizzazione di impianti di cogenerazione, all’utilizzo di combustibili ‘puliti’ al posto degli idrocarburi. Le risorse pubbliche disponibili ammontano complessivamente a 2 milioni di euro: è di 490.000 euro il cofinanziamento dell’Unione europea e di 1.050.000 euro il cofinanziamento nazionale. Le risorse messe a disposizione dalla Regione FVG sono di 460.000 euro.