• Articolo Bruxelles, 7 ottobre 2011
  • Nell'ambito del programma di Eurocities

    “NiCE”: GDC ed ICT per città sempre più efficienti

  • E’ già attivo il nuovo progetto europeo che, in concomitaza con il già collaudato Patto dei Sindaci, si propone di sostenere le città nel raggiungimento dei loro obiettivi energetici

(Rinnovabili.it) – Oggi esistono reali opportunità di sfruttamento delle tecnologie digitali per trattare i cambiamenti climatici, in particolare per incrementare le migliori modalità di gestione energetica. Il ruolo che le città devono svolgere, in tutta Europa, nel perseguire obiettivi climatici, in partnership con le Istituzioni europee e con gli stati membri, risulta essere un tassello fondamentale sia peri target a breve che a lungo termine. Partendo da questo presupposto è stato presentato di recente alla Camera dei Comuni, Municipi e Regioni a Bruxelles, il Networking intelligent Cities for Energy efficiency (NiCE), progetto nato e promosso dalla collaborazione fra Eurocities, la 4città di Manchester e il Leibniz Institute of Ecological Urban and Regional Development. La nuova “rete” si propone di promuovere la Green Digital Charter (GDC o Carta Verde Digitale) strumento che impegna le città a collaborare per portare all’attenzione dell’Unione Europea questi obiettivi: aumentare, grazie alle tecnologie digitali, l’efficienza energetica, ridurre le emissioni inquinanti e combattere i cambiamenti climatici. Per centrare l’obiettivo NiCE sosterrà le città verso il raggiungimento dei loro obiettivi in termini di efficienza energetica e riduzione delle emissioni di CO2. Hanno già aderito all’iniziativa ben 23 città europee – 21 delle quali sottoscrittrici del Patto dei Sindaci – che riconoscono un ruolo fondamentale delle ICT, information and communication tecnology, nei loro piani di energia sostenibile. Grazie a NiCE si cercherà di fornire alle città partecipanti gli strumenti necessari per progredire sugli obiettivi GDC e ampliare le conoscenze in materia di ICT ed efficienza energetica.