• Articolo Roma, 11 settembre 2012
  • L’associazione monitorerà l’iter di consultazione del Piano energetico nazionale

    55%: Uncsaal propone il piano post 30 giugno

  • Secondo l’associazione la proroga fino al 2020 delle detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, dovrebbe essere inserita nella nuova Strategia Energetica Nazionale

(Rinnovabili.it) – Quest’estate il bonus per le riqualificazioni energetiche in edilizia ha ottenuto la tanto richiesta posticipazione della scadenza. E’ stato approvato ad agosto, in modo definitivo, il disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 83/2012 “Misure urgenti per la crescita del Paese” già rilasciato lo scorso 25 luglio dalla Camera dei Deputati che prolunga il periodo di validità di questa misura fiscale fino al prossimo giugno. Ma per una misura che non solo permette di risparmiare energia ed emissioni, ma conviene soprattutto economicamente – in 4 anni il ritorno per il sistema paese per l’eco-bonus 55% è stato di quasi 4 miliardi di euro superiore alla cifra spesa – un anno non basta. Ecco perché Uncsaal chiede che possa essere estesa fino al 2020.

“Il Ministero dello Sviluppo Economico sta elaborando la nuova Strategia Energetica Nazionale, un documento finalizzato ad assicurare un’energia più competitiva e sostenibile per il futuro del nostro Paese” e in cui saranno contenuti anche gli obiettivi di risparmio energetico e le priorità di azione per raggiungerli. “L’estensione fino al 2020 delle detrazioni fiscali del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, potrebbe rappresentare una delle priorità di azione da inserire nella nuova Strategia Energetica Nazionale”. L’associazione fa sapere che monitorerà l’iter di consultazione, redazione e pubblicazione del documento definitivo del Ministero, portando avanti in contemporanea un’azione di sensibilizzazione istituzionale riguardo alle straordinarie valenze in termini di risparmio energetico che il 55% ha rappresentato fino ad oggi.