• Articolo Lodi, 8 maggio 2013
  • ABB ed ESI insieme per fornitura di MFM con interruttori PASS

  • I moduli multifunzione MFM di ABB equipaggeranno una centrale di generazione in Algeria

ABB ed ESI ancora insieme per la fornitura di MFM con interruttori PASS ABB, gruppo leader nelle tecnologie per l’energia e l’automazione, prosegue il percorso, iniziato tre anni fa con ESI, di promozione e istallazione di MFM (Multi Functional Modules) equipaggiati con interruttori PASS (Plug and Switch System).

Quattro MFM saranno istallati in una centrale turbo-gas in Algeria (le turbine a gas di derivazione aerea di Pratt & Whitney saranno istallate su un carro insieme ai filtri e ai tank per il combustibile) per elevare la tensione del punto di uscita di media tensione fino al valore necessario per essere distribuita o trasferita nella rete.

Si tratta delle prime stazioni MFM a 220 kV e 60 MVA completamente contenute ed istallate in un unico carro. Le MFM sono una soluzione estremamente compatta per la quale sono utilizzati interruttori PASS da 220 kV prodotti a Lodi, che sono costruiti in maniera integrata con i relativi quattro trasformatori prodotti dall’unità operativa di Monselice.

Il progetto d’integrazione e la connessione diretta sono stati elaborati sulla base del concetto modulare dei moduli MFM. Questo design ha consentito ad ABB di acquisire una diversa prospettiva nella gestione dello sviluppo del prodotto, ottimizzando l’intero ciclo produttivo (dalla progettazione alla spedizione e messa in servizio) a supporto di una maggiore compattezza, di una maggiore efficienza tecnica e di una riduzione dei tempi di attraversamento e quindi di consegna.

L’intelligente soluzione proposta è il frutto del lavoro portato avanti dai tecnici degli stabilimenti italiani di Lodi e di Monselice della Divisione Power Products con l’indispensabile contributo dei colleghi di ABB USA che hanno coordinato le attività per la migliore definizione della proposta tecnica e dell’offerta.

Elementi fondamentali per l’aggiudicazione dell’importante contratto sono stati:

  • le precedenti esperienze con ESI (studio di ingegneria affiliato a Pratt & Whitney) nelle quali ABB aveva consegnato 22 unità simili anticipando i tempi di consegna contrattuali
  • la compattezza della soluzione proposta
  • il tempo di consegna inferiore ai sei mesi, garantito per queste quattro nuove unità.