• Articolo Zurigo, 18 gennaio 2012
  • ABB: partnership per riutilizzo batterie Nissan LEAF

  • Una partnership con 4R Energy, Nissan North America, e Sumitomo Corporation of America, apre la strada a valutazioni tecniche e commerciali sull’uso di batterie per l‘accumulo

ABB, gruppo leader nelle tecnologie per l’energia e l’automazione, 4R Energy, Nissan North America, Inc. (NNA) e Sumitomo Corporation of America hanno costituito una partnership per valutare il riutilizzo delle batterie a ioni di litio della Nissan LEAF, la prima e unica auto completamente elettrica progettata per il mercato di massa.

Lo scopo è quello di valutare e testare le applicazioni residenziali e commerciali di sistemi di accumulo di energia o di back-up utilizzando come fonte di alimentazione le batterie a ioni di litio recuperate dai veicoli elettrici dopo l’uso. I sistemi di stoccaggio di energia possono immagazzinare energia dalla rete durante i periodi di basso utilizzo e restituirla di nuovo alla rete durante i periodi di picco della domanda, aumentandone le prestazioni e fornendo energia di riserva in caso di interruzione. Il team che si è costituito prevede di sviluppare un prototipo della batteria di accumulo LEAF on una capacità di almeno 50 chilowattora (kWh), sufficiente per la fornitura di elettricità a 30 abitazioni medie per un’ora.

“La portata del nostro accordo ci permetterà di valutare la fattibilità commerciale di una soluzione di accumulo per la rete a e di sviluppare un prototipo per riutilizzare in modo efficace le batterie della Nissan LEAF”, ha dichiarato Bruno Melles, responsabile dei prodotti di media tensione della divisione Power Products di ABB. “Non vediamo l’ora di lavorare con i nostri partner per compiere un ulteriore passo avanti nel campo delle tecnologie per l‘accumulo di energia per le batterie dei veicoli elettrici”.

Le batterie dei veicoli elettrici hanno una vita più lunga rispetto a quelle dei personal computer o dei telefoni cellulari, che può arrvarea fino al 70 per cento della capacità residua dopo 10 anni di utilizzo in un’applicazione automotive. Questa longevità permette loro di essere utilizzate oltre la vita del veicolo per essere applicate in sistemi quali quelli di gestione dell’energia di una smart-grid o per batterie per l‘accumulo di energia.

“Per Nissan è importante gestire l’intero ciclo di vita della batteria del veicolo elettrico, anche oltre il suo utilizzo nell‘auto”, ha affermato Ken Srebnik, Senior Manager, Corporate Planning di NNA. “Le innovazioni nei sistemi di stoccaggio dell’energia stanno diventando sempre più accessibili, mano a mano che la rete elettrica diventa più intelligente e Nissan è orgogliosa di lavorare con ABB, 4R Energy e Sumitomo per contribuire a creare queste opportunità sul mercato”.

Le soluzioni innovative di accumulo dell‘energia sono destinate a diventare una componente chiave delle smart grid, contribuendo a una maggiore efficienza, affidabilità e prestazione. Esse faciliteranno ulteriormente l’integrazione delle fonti di energia rinnovabili, come l‘eolico e il solare, nella rete. La valutazione tecnica delle batterie di Nissan, nell’ambito della partnership, contribuirà a determinare la loro idoneità per l’industria dell‘energia configurandola come una soluzione economica di accumulo di energia.

“In qualità di azienda all‘avanguardia nello sviluppo del business del ‘riuso’ di batterie per veicoli elettrici (EV – electric vehicles) per applicazioni statiche nel mondo, 4R Energy è felice di collaborare con ABB, numero uno al mondo nei sistemi per l’energia, e Nissan, leader mondiale nella produzione di auto elettriche” ha dichiarato Kazuaki Mori, Direttore della Divisione Business Development International di 4R Energy Corporation.” Vogliamo contribuire alla creazione di una società a basso tenore di carbonio con risorse energetiche rinnovabili e che possa disporre della prossima generazione di Smart-Grid e di una community di veicoli elettrici diffusa in tutto il mondo. “