• Articolo Palo Alto, 4 maggio 2015
  • «Puntiamo a trasformare l’industria energetica mondiale»

    Accumulo domestico: Tesla lancia il Powerwall

  • L’azienda di Elon Musk allarga il business delle batterie al litio uscendo dal guscio dell’automotive per abbracciare il mercato dell’accumulo domestico

Accumulo domestico Tesla lancia il Powerwall(Rinnovabili.it) – Fonti di energia rinnovabile come solare ed eolico sono sempre state limitate dalla loro intermittenza, ma il CEO di Tesla, Elon Musk, ha svelato una linea di batterie al litio dedicate all’accumulo domestico, per le imprese e le utility.

«Il nostro obiettivo è quello di cambiare radicalmente il modo in cui il mondo utilizza l’energia – ha detto Musk durante un evento a Hawthorne, in California – Stiamo ragionando in scala terawatt, cioè della completa trasformazione di tutta l’infrastruttura energetica del mondo».

Un annuncio piuttosto impegnativo, che tuttavia fa parte della teatralità del personaggio. Musk sta giocando tutte le sue carte nel settore dell’innovazione con le rinnovabili: l’azienda ha dato infatti l’attesa notizia del salto di qualità che la porterà ad andare oltre il business dell’automotive. Ora Tesla andrà ad investire anche nel settore dell’accumulo domestico, dato che oggi sono sempre di più le abitazioni e le imprese che utilizzano eolico e fotovoltaico per la generazione di elettricità. Un sistema di accumulo con batterie al litio può servire a raccogliere le eccedenze durante i picchi di produzione, rilasciando l’energia nei momenti in cui è impossibile l’approvvigionamento da sole o vento.

Accumulo domestico Tesla lancia il Powerwall-

 

Tesla ha già pronto un prodotto per entrare in questo mercato: si chiama Powerwall, ed è un modello di batteria agli ioni di litio che si monta sulla parete. Powerwall è disponibile in versione da 7 o 10 kilowattora, con una potenza continua di 2 kW e una di picco da 3.3 kWp Le consegne negli Stati Uniti inizieranno a fine estate, a prezzi che partono dai 3.000 dollari. È alta 1.3 metri, larga 85 centimetri e spessa meno di 20. Esiste anche un secondo sistema, il Powerpack, più grande e capace, fatto apposta per il business.

Le batterie casalinghe badano anche al design e sono disponibili in diversi colori: rosso, blu, grigio, bianco e nero simili a quelli utilizza per le auto. Sono batterie progettate per consentire il cosiddetto “load-shifting”. La carica avviene nei periodi in cui i prezzi dell’energia elettrica sono più bassi a causa della domanda minore. L’energia viene poi rilasciata nei momenti in cui la domanda e i prezzi salgono.

Un Commento

  1. Giulio M.Pancaldo
    Posted maggio 5, 2015 at 5:58 pm

    Aspetto da tanto tempo queste “benedette batterie”.Ma il problema è sempre lo stesso:il prezzo,la garanzia almeno decennale e il futuro smaltimento.Superati questi ostacoli il mercato sarà immenso.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *