• Articolo Pechino, 28 maggio 2012
  • Incentivi per gli elettrodomestici a dieta di energia

    Cina: promuovere il risparmio per stimolare l’economia

  • Annunciate nuove sovvenzioni dedicate all’efficienza energetica nell’elettronica di consumo. Dal 1°giugno una riduzione dell’8-10% nei prezzi al dettaglio di televisori e condizionatori

(Rinnovabili.it) – Promuovere il risparmio energetico per stimolare l’economia nazionale. Succede in Cina dove il governo centrale ha deciso di redigere un nuovo programma di sussidi dedicati all’efficienza energetica negli usi finali. Secondo quanto riferito in una nota stampa del Ministero delle Finanze, a partire dal prossimo 1° giugno 2012 Pechino erogherà incentivi per un valore compreso fra i 100 e i 400 yuan (15.87 a 63,49 dollari) su ogni televisore o condizionatore d’aria ad alta efficienza energetica venduto nel paese. Secondo le stime preliminari delle autorità, l’iniziativa potrebbe mettere in moto ben 135 miliardi di yuan facendo risparmiare alla bolletta energetica nazionale circa 12mila TWh di energia elettrica l’anno, l’equivalente di 4 milioni di tonnellate di carbone.

Il progetto governativo, approvato la scorsa settimana, può contare su un fondo da 25,5 miliardi di yuan e allargherà presto i suoi target anche ad altri elettrodomestici, come frigoriferi, lavatrici e scaldabagni. Il piano rientra nell’impegno più ampio del gigante asiatico per rendere più ‘verde’ la propria economia. Pechino ha infatti  lanciato un ricco programma di investimenti dedicati all’efficienza energetica che solo per il 2012 potrà contare su 97,9 miliardi di yuan (15,5 miliardi di dollari) a cui vanno ad aggiungersi altri 70 miliardi di fondi  stanziati a favore di misure nel settore ambientale.