• Articolo Roma, 4 aprile 2012
  • L’accordo è stato siglato oggi a Palazzo Madama

    Dal GSE, consulenza per azioni di risparmio energetico in Senato

  • Il Gestore offrirà il suo supporto per ‘contenere’ i consumi e realizzare progetti di installazione di impianti FER presso gli edifici istituzionali

(Rinnovabili.it) – Una consulenza “a titolo gratuito” da parte del Gestore dei Servizi Energetici per predisporre le attività relative agli interventi di contenimento energetico negli edifici del Senato – è questo, in sintesi, il contenuto principale dell’accordo siglato oggi a Palazzo Madama con il GSE, che stabilisce un vero e proprio piano d’azione per il risparmio dei consumi elettrici e termici degli immobili istituzionali. In particolare, il protocollo d’intesa prevede la riqualificazione energetica e la realizzazione di progetti di installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili  (fotovoltaico e geotermia) presso l’area del Trullo a Roma, dove troveranno collocazione i nuovi magazzini del Senato a seguito dell’intesa raggiunta tra il Presidente Renato Schifani, il Ministero della Difesa e il Ministero dell’Economia.

“Si tratta di un progetto ambizioso – ha commentato Schifani dopo la firma del protocollo – che ci consente di utilizzare i vantaggi del libero mercato dell’energia e rientra in un piano più generale di contenimento delle spese sul quale siamo quotidianamente impegnati, in un momento in cui la situazione economica impone la massima attenzione nell’uso delle risorse pubbliche”. Negli ultimi 2 anni, Palazzo Madama ha adottato delle misure “contenitive” che, grazie al supporto del Comitato per il risparmio e l’efficienza energetica, hanno finora permesso al Senato di tagliare del 60% i suoi consumi di energia elettrica nel settore dell’illuminazione.