• Articolo Pechino, 31 ottobre 2012
  • Nuova iniziativa Unep a favore dei paesi in via di sviluppo

    Dall’ONU un nuovo Centro Globale per l’illuminazione efficiente

  • L’istituto fornirà consulenza tecnica per lo sviluppo di efficaci meccanismi di sorveglianza della qualità dei prodotti e test di controllo qualità

(Rinnovabili.it) – Gli sforzi da parte dei paesi in via di sviluppo per eliminare gradualmente le inefficienti lampade incandescenza hanno un forza in più su cui contare: il nuovo Global Efficient Lighting Centre (GELC) realizzato dalle Nazioni Unite a Pechino. Lanciato formalmente questa mattina dal Programma ambientale dell’Onu (UNEP) e dalla cinese National Lighting Test Centre, il centro è stato progettato con l’obiettivo di supportare il rapido sviluppo di tecnologie legate all’efficienza energetica nei paesi in via di sviluppo e in quelli emergenti.

 

“Uno dei modi più economici per contribuire alla riduzione delle emissioni globali di carbonio è il progressivo abbandono delle tecnologie di illuminazione inefficienti”, ha spiegato Achim Steiner, sottosegretario generale e direttore esecutivo dell’UNEP, rivelando che il nuovo istituto fornirà assistenza nella creazione o rafforzamento di laboratori d’illuminazione nazionali e/o regionali. Nel dettaglio, il GELC fornirà consulenza tecnica per lo sviluppo di efficaci meccanismi di sorveglianza della qualità dei prodotti e test di controllo qualità, assicurando in aggiunta servizi di orientamento professionale, ed una formazione tecnica. Provvederà inoltre a migliorare le tecniche di produzione a svolgere un ruolo guida  nelle questioni politiche e di regolamentazione.