• Articolo Roma, 5 aprile 2013
  • Le richieste d'intervento sono state 280.700 nel 2011

    Detrazione 55%, risparmiati 1.435 GWh nel 2011

  • Secondo il rapporto Enea, tra gli interventi ammessi conferma un ruolo di predominanza assoluta il numero delle sostituzioni di infissi

Detrazione 55%, risparmiati 1.435 GWh nel 2011

 

(Rinnovabili.it) – Quante persone nel 2011 hanno beneficiato della detrazione 55%? Quanto si è riuscito a risparmiare, energicamente parlando, grazie agli interventi di retrofit degli edifici? Qual è stato il costo medio dei lavori effettuati? A queste e altre domande risponde in maniera esaustiva e puntuale il rapporto EneaLe detrazioni fiscali del 55% per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente” e presentato oggi al Ministero dello Sviluppo economico. Il documento riferisce che nell’anno in questione, sono state presentate ben 280.700 domande per ottenere lo sgravio fiscale, per un valore complessivo degli importi portati in detrazione di oltre 1.800 milioni di euro.  Grazie agli interventi che hanno richiesto la detrazione irpef del 55%, si è potuto ottenere un risparmio in energia primaria superiore a 1.435 GWh/anno, che in termini ambientali è traducibile in una conseguente riduzione di CO2 emessa in atmosfera pari a 305 kt/anno. E se la stima viene proiettata fino 30 giugno 2013, ossia alla data di chiusura – presunta – della campagna di incentivazione, i risultati risultano ancor più significativi. Per allora secondo l’Enea sarà possibile attribuire un valore complessivo di risparmio energetico pari a quasi 10.000 GWh/anno e un beneficio ambientale in termini di CO₂ non emessa in atmosfera pari a oltre 2.000 kt/anno.

 

Tuttavia c’è da notare che seppure con una forte disomogeneità tra le realtà regionali, nel 2011 si è assistito ad una riduzione del 30% del numero di pratiche inviate. “Complessivamente, – spiega l’Ente Nazionale in una nota stampa – a conferma della grande diffusione sul territorio e del successo ottenuto da questo sistema di incentivazione dell’efficienza energetica, i dati presentati mostrano che in cinque anni, dal 2007 al 2011, circa il 5,5% del patrimonio edilizio nazionale ha subito un ciclo di riqualificazione energetica (parziale o globale) e che circa il 5% delle famiglie italiane ha beneficiato della campagna del 55%.”

La maggior parte delle pratiche ricevute da ENEA riguarda la sostituzione degli infissi (59%, in aumento rispetto al 55% dell’anno precedente), seguite da quelle di sostituzione dell’impianto di climatizzazione invernale e quindi dall’istallazione degli impianti solari termici.