• Articolo Milano, 7 dicembre 2012
  • Il Manifesto è stato sottoscritto da oltre 3.000 firme di esponenti del settore

    Detrazioni 55%: il Manifesto che chiede la proroga

  • Proposto da FederlegnoArredo, PVC Forum Italia e Uncsaal, il Manifesto chiede di salvaguardare un provvedimento legislativo che contribuisce concretamente alla riduzione delle emissioni

(Rinnovabili.it) – Una proroga al 31 dicembre 2020 per le detrazioni del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. È quanto hanno chiesto FederlegnoArredo, PVC Forum Italia e Uncsaal che, in un Manifesto sottoscritto da oltre 3.000 firme, hanno voluto portare all’attenzione degli organi competenti quello che considerano uno dei pochi provvedimenti legislativi, capaci di fornire risposte concrete alla riduzione delle emissioni di CO2, valorizzando al contempo l’innovazione tecnologica e le alte prestazioni energetiche dei prodotti da costruzione. Oltre 8.600 GWh risparmiati, 1.400.000 famiglie coinvolte, 17 miliardi di euro di investimenti, 50.000 nuovi posti di lavoro nelle imprese dei settori coinvolti e un fatturato cresciuto del 33%: sono questi i risultati che è stato possibile raggiungere con lo strumento delle detrazioni del 55% e che per questo, per i firmatari, va prorogato. Oltre alla proroga temporale, altri i due i punti contenuti nel manifesto: “l’introduzione della possibilità di modulazione degli anni di detrazione, consentendo al contribuente di scegliere fra 5 o 10 annualità sia per le ristrutturazioni sia per gli interventi di riqualificazione energetica; l’estensione degli incentivi anche ai beni immobili non strumentali, garantendo, in questo modo, la riqualificazione energetica di una parte rilevante del patrimonio immobiliare italiano”.

 

Anche FIPER ha condiviso e sottoscritto il Manifesto, nell’ottica di favorire e promuovere la filiera legno-energia-efficienza europea. «Efficienza energetica e produzione di energia da fonte rinnovabile, soprattutto nel comparto termico FER – ha commentato il Presidente FIPER, Walter Righinirappresentano azioni intrinsecamente connesse per raggiungere l’obiettivo 20-20-20».