• Articolo Roma, 13 maggio 2015
  • Diagnosi energetiche: 30 mln alle PMI per migliorare l’efficienza

  • Via libera dal MISE al programma destinato a stimolare le piccole e medie imprese a rendere più efficienti i loro consumi energetici

Diagnosi energetiche: 30 mln alle PMI per migliorare l’efficienza

 

(Rinnovabili.it) – Il miglioramento dell’efficienza energetica passa anche e soprattutto dalle diagnosi energetiche. Ecco perché il Ministero dello sviluppo economico, di concerto con quello dell’Ambiente, ha dato il via proprio in questi giorni al nuovo programma destinato alla riduzione dei consumi energetici nelle piccole e medie imprese ed incentrato, per l’appunto, sugli audit energetici. L’avvio ufficiale è stato sancito dalla pubblicazione, sul sito dello stesso MISE, dell’avviso pubblico per il cofinanziamento di programmi presentati dalle Regioni e finalizzati a sostenere la realizzazione di diagnosi energetiche nelle PMI o l’adozione, nelle stesse, di sistemi di gestione dell’energia conformi alle norme iso 50001; nel dettaglio l’iniziativa, prevista dalle norme di recepimento della Direttiva sull’efficienza energetica, mette a disposizione 15 milioni di euro nel 2015, a valere sulla quota spettante al Ministero dello Sviluppo Economico dei proventi, relativi all’anno 2014, delle aste delle quote di emissione di CO2.

 

A questa cifra vanno sommate anche le risorse allocate dalle Regioni, per un totale di 30 milioni di euro a copertura del 50% dei costi che sosterranno per la realizzazione delle diagnosi energetiche. Si stima che non meno di 15.000 piccole e medie imprese l’anno potranno essere coinvolte in questa iniziativa e che altrettanti progetti di efficienza energetica scaturiranno dall’audit energetico. La scadenza per presentare i programmi è fissata al 30 giugno 2015. Il Ministero dello sviluppo economico, con il supporto di ENEA, entro il 15 settembre 2015 valuterà i programmi e, laddove non sussistano motivi ostativi, stipulerà apposita convenzione con la Regione o la Provincia autonoma interessata. L’iniziativa verrà replicata annualmente con analoghe risorse sino al 2020. Inoltre sono stati inoltre approvati gli schemi, predisposti da ACCREDIA, di certificazione ed accreditamento per la conformità alle norme tecniche relative alle “Società che forniscono servizi energetici” (ESCO), agli Esperti in Gestione dell’Energia (EGE), ai Sistemi di Gestione dell’Energia (SGE).

Leggi il bando di cofinaziamento del MISE

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *