• Articolo Washington DC, 13 aprile 2012
  • Quando la sicurezza energetica passa per le mani dell'esercito

    DOE: 30 mln di dollari per lo stoccaggio energetico

  • Il finanziamento elargito dal Dipartimento, parte del programma ARPA-E, servirà a migliorare le tecnologie di stoccaggio dell’energia per usi militari

(Rinnovabili.it) – Sarà sostenuta con un nuovo fondo da 30 milioni di dollari la sicurezza energetica degli Stati Uniti. Il finanziamento, reso noto dal segretario del Dipartimento dell’Energia statunitense (DOE) Steven Chu, andrà a favore della ricerca e sviluppo di tecnologie di stoccaggio energetico di prossima generazione. Il progetto, “Advanced Management and Protection of Energy-storage Devices” (AMPED), fa parte del più ampio programma lanciato dall’ARPA-E, l’agenzia di ricerca del DOE. Obiettivo del finanziamento quello di cercare di rendere le innovative tecnologie di stoccaggio dell’energia,oggi ancora troppo rischiose per investimenti privati, più accessibili.

In particolare l’iniziativa chiama i migliori esperti del paese, tra cui scienziati, ingegneri ed imprenditori, a lavorare insieme per il miglioramento dei dispositivi di immagazzinamento dell’energia, attualmente in fase di sviluppo dal Dipartimento della Difesa per applicazioni militari. Grazie alle tecnologie AMPED il DOE punta alla creazione di una nuova generazione di veicoli elettrici ed ibridi, all’incremento dell’efficienza dei combustibili per generatori militari e al miglioramento dell’affidabilità dei generatori degli aerei militari, al fine di ridurre i costi di esercizio e manutenzione; il progetto tenterà inoltre di attivare una nuova generazione di carburanti maggiormente efficienti per le navi della Marina e di migliorare l’efficienza e l’affidabilità della rete elettrica statunitense. “Attraverso il concorso AMPED si cercherà di sviluppare tecnologie di stoccaggio più efficaci ed efficienti da applicare per gli usi più disparati, dai telefoni cellulari ai veicoli elettrici ad alta potenza”. A partire dal 2009, anno di lancio dell’ARPA-E, il progetto ha già investito circa 500 milioni di dollari in ben 12 programmi per lo sviluppo di 180 progetti innovativi.