• Articolo Bruxelles, 3 giugno 2013
  • Un progetto senza fili

    TIBUCON: l’efficientamento energetico è wi-fi

  • Grazie all’istallazione di sensori wireless gli edifici possono controllare l’impianto di riscaldamento e raffrescamento con notevoli vantaggi economici

(Rinnovabili.it) – L’Europa sta ottenendo buoni risultati in tema di efficientamento energetico ma non per questo si ferma l’impegno del settore edile, che è sempre alla ricerca di nuove soluzioni che facciano risparmiare energia e denaro. Il comparto è al momento responsabile del 35/45% del consumo energetico totale europeo e una soluzione che permetta di ridurre i consumi e tagliare i costi è proprio quello che serve.

Protagonista dell’iniziativa in questione il progetto TIBUCON (Self Powered Wireless Sensor Network for HVAC System Energy Improvement – Towards Integral Building Connectivity”) che ha realizzato un nuovo sistema per il riscaldamento, raffrescamento e ventilazione dei grandi edifici (HVAC) innovativo ed efficiente. I tecnici del team responsabile del progetto hanno ipotizzato di sostituire tutti i cavi che normalmente compongono gli impianti con sensori a batteria in grado di mandare informazioni relative alla temperatura delle stanze all’unità di controllo che regola in automatico il calore interno.

“Ci potrebbero essere centinaia di sensori in un sistema di controllo HVAC wireless appena installato per un edificio commerciale di medie dimensioni”, fa notare il team TIBUCON specificando che i sistemi di cablaggio rappresentano l’80% della spesa in un sistema (HVAC).

Soddisfatti del risultato ottenuto gli esperti responsabili del progetto hanno specificato che i nuovi sistemi possono essere istallati sia nelle nuove costruzioni che nelle vecchie, al fianco dei dispositivi tradizionali e per dimostrarne l’efficacia è in programma un test in un palazzo di uffici con diversi inquilini appena costruito in Polonia e un edificio di appartamenti già esistente vicino San Sebastian in Spagna.

“A causa dei costi di investimento, il sistema non è adatto alle case singole. Ma nelle abitazioni collettive è possibile monitorare diversi parametri e controllare le istallazioni HVAC in tempo reale”, spiega un partner del progetto in un recente articolo su Innovation Seeds.