• Articolo Bologna, 1 febbraio 2013
  • Abbattendo i consumi dell’enorme potenza di calcolo, è destinato a svettare sulla Green500 list

    Efficienza energetica: il Supercomputer del Cineca

  • Con miliardi di miliardi di operazioni al secondo (al 2018) e un consumo energetico assolutamente ridotto, Eurora è il superomputer più efficiente del mondo

(Rinnovabili.it) – Si chiama Eurora ed è il supercomputer tutto italiano che ha stabilito un nuovo record d’efficienza energetica nell’ambito dei data center: le sue prestazioni superano del 26% quelle del primo della classifica dei supercomputer più efficienti al mondo, la Green500 list. La macchina realizzata è attualmente allo stadio prototipale ma entro il 2018, secondo quanto sostenuto dagli sviluppatori, sarà in grado di sostenere miliardi di miliardi di operazioni al secondo con consumi assolutamente contenuti. Per dare un’idea, riportiamo i dati diffusi sul FERMI, “il sistema del Cineca classificato al nono posto tra i supercomputer più potenti al mondo”, si legge in una nota, che riesce a compiere 2 milioni di miliardi di operazioni al secondo con un costo energetico annuale pari a 1 milione di euro.

 

Come spiegato dal Direttore del dipartimento HPC del Cineca, Sanzio Bassini, grazie a Eureca si potranno contenere i consumi energetici, senza compromettere la fluidità dell’attività di ricerca. “Le avanzate simulazioni computerizzate, che consentono agli scienziati di scoprire nuovi fenomeni e verificare le loro ipotesi – ha dichiarato Bassini – richiedono un’enorme potenza di calcolo, che può comportare elevati consumi energetici”, limite che sembrerebbe superato con il supercomputer. “Eurora – ha concluso Bassini – offrirà ai ricercatori europei le risorse di calcolo necessarie per studiare sistemi fisici e biologici di ogni tipo e al contempo ci permetterà di mantenere il consumo energetico del data center e i relativi costi sotto controllo”.