• Articolo Washington, 2 ottobre 2012
  • Un'indagine della Pike Research

    Efficienza energetica residenziale: un business da 84 mld di dollari

  • L’efficienza degli immobili, studiata ad hoc per ogni realtà, è un business in continua crescita che arriverà a pesare 84 mld di dollari sui mercati internazionali

(Rinnovabili.it) – Il mercato dell’efficienza energetica residenziale potrebbe arrivare a toccare gli 84 miliardi di dollari entro il 2020. Ad affermarlo una indagine della Pike Reaserch che ha evidenziato come la sostanziale crescita del consumo energetico nel settore immobiliare abbia un impatto rilevante sull’economia di un intero paese. Attualmente, a livello globale, più della metà del consumo energetico degli edifici proviene dagli immobili residenziali. Questo consumo, rivelano le previsioni, potrebbe passare da 31.983 terawattora (TWh) a 51.253 TWh entro il 2050. L’efficienza nel settore immobiliare si espanderà rapidamente nel decennio passando da un valore di mercato pari a 12 miliardi di dollari riferito al 2012 fino ai quasi 84 miliardi del 2020.

“La dinamica del consumo energetico nel mercato immobiliare varia ampiamente tra le diverse regioni e i  paesi”, ha specificato l’analista Brittany Gibson chiarendo che per ogni realtà esistono soluzioni di efficienza ad hoc. Nonostante questo al momento non è stato ancora possibile capire se l’efficienza nelle case sia davvero la chiave della svolta dei mercati immobiliari mondiali.

Il rapporto, “Case ad alta efficienza energetica” , analizza quindi anche le opportunità globali di mercato per le case ad alta efficienza energetica, focalizzandosi sui segmenti chiave di mercato nei quali intervenite ovvero il miglioramento della coibentazione, dell’illuminazione, del riscaldamento dell’acqua, degli audit energetici e dei costi programmabili associati all’efficienza energetica.