• Articolo Roma, 10 ottobre 2012
  • Il gruppo di lavoro opererà in stretto contatto con le Regioni

    Efficienza in edilizia: a breve 10 cantieri modello

  • Il gruppo di lavoro varato dal Tavolo EPBD/Fondazione Sviluppo Sostenibile promuoverà la riqualificazione energetica del patrimonio pubblico con 10 cantieri modello

(Rinnovabili.it) – Saranno dieci i cantieri che sorgeranno in altrettanti Comuni italiani e ai quali verrà affidato un compito molto importante: diventare modelli di efficientamento energetico in edilizia pubblica. L’iniziativa è stata promossa dal Tavolo EPBD/Fondazione Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con l’Unità Tecnica Efficienza Energetica (UTEE) dell’ENEA e il Ministero dello Sviluppo Economico (hanno partecipato anche Federcasa, Acer, Agesi, Cna, Gesta e Cestec) e intende varare un gruppo di lavoro che operi per la riqualificazione energetica del patrimonio pubblico comunale.

 

Di sicuro si tratta di un settore che deve fare i conti con varie tipologie di problematiche. Oltre alla difficoltà di recepimento della Direttiva europea EPBD2 (Dir. EU 31/2010) e al ritardo di un conto energia termico, c’è anche la questione relativa al miglioramento dell’efficienza energetica dell’involucro-impianto, prevista nell’Allegato II “Contratto Servizio Energia Plus” del Decreto Legislativo 115/2008: il Decreto infatti – si legge in una nota stampa diffusa da Fondazione Sviluppo Sostenibile – andrebbe integrato con “una clausola fideiussoria a copertura delle prestazioni contrattuali, una garanzia per le Esco dal settore pubblico (Fondo Centrale di Garanzia), un sistema di monitoraggio, una impostazione a distretto, allargata a fonti rinnovabili e cogenerazione, a vantaggio della bancabilità”.