• Articolo Roma, 5 novembre 2012
  • Enea in collaborazione con La Sapienza

    Enea manda i giovani a scuola di efficenza

  • Un corso in 4 moduli aiuterà gli studenti a risparmiare energia e muoversi green cercando di coinvolgere i giovani in una community eco attenta

(Rinnovabili.it) – Come affrontare il caro bollette e la voglia di far bene l’ambiente? Un aiuto arriva dall’Enea, che in collaborazione con La Sapienza Università di Roma (Politiche di Energy Management) domani darà il via ad un ciclo di incontri che formano il “Corso di sopravvivenza energetica” per studenti che si svolgerà presso Teatro “Pier Paolo Pasolini” alle 18.

Il  corso, rivolto agli studenti universitari iscritti a La Sapienza aiuterà a capire come risparmiare energia e quindi a far scendere gli importi in bolletta sperando che i gruppi partecipanti alle giornate informative possano poi dar vita ad una community e diventare promotori del risparmio all’interno del network, suggerendo agli altri studenti le buone pratiche per il risparmio energetico rendendoli parte delle iniziative per il raggiungimento degli obiettivi 20-20-20 dell’Unione Europea.

 

“L’iniziativa – spiega l’arch. Antonio Disi dell’Unità Tecnica per l’Efficienza Energetica dell’ENEA – nasce dall’esigenza di sperimentare tecniche di social marketing nelle azioni di promozione e sensibilizzazione sul tema del risparmio energetico, intervenendo su target mirati e avviando azioni di diffusione a cascata. Gli studenti realizzeranno in prima persona un modello di comunicazione all’interno dei loro gruppi sociali, al di fuori delle fonti ufficiali, favorendo l’adesione a nuovi comportamenti più responsabili nei confronti dell’uso dell’energia.”

 

Suddiviso in 4 moduli il corso darà spazio il tema del risparmio energetico e dell’efficienza energetica insegnando agli studenti come calcolare il proprio consumo energetico; nel secondo modulo, “ABITARE”, verranno indicate le metodologie più efficaci per ridurre i consumi nel quotidiano della propria abitazione; nella terza parte “MUOVERSI”, verrà suggerito come effettuare degli spostamenti in linea con le necessità ambientali fornendo anche delle indicazioni e dei principi di guida green. Nell’ultima parte invece, intitolata “COMUNICARE” verrà suggerita la giusta modalità per trasferire i contenuti appresi nel network di riferimento in modo da coinvolgere i colleghi.

 

“La frequenza del corso – spiega il Prof. Livio de Santoli, Energy Manager della Sapienza – darà diritto ad un credito formativo e si inserisce all’interno di un percorso già avviato da qualche anno dall’Università che prevede l’introduzione di un insegnamento specifico negli ordinamenti didattici di tutti i corsi di studio delle Facoltà e il riconoscimento di un credito formativo sul tema della sostenibilità energetica e ambientale all’interno di tutte le attività formative.”