• Articolo Bologna, 23 aprile 2012
  • Importanti i risvolti anche per l’attuazione della normativa comunitaria, nazionale e regionale

    FER e agricoltura: al via il progetto FederBio-CIRPS

  • L’accordo di collaborazione prevede la messa a punto di un programma di interventi che, agendo sui consumi e i costi energetici, renderà sostenibile il settore dell’agricoltura biologica

(Rinnovabili.it) – Quali sono i consumi energetici dell’agricoltura biologica e quali le fonti energetiche rinnovabili in essa impiegate? A rispondere a questi interrogativi ci penserà il protocollo di intesa firmato questa mattina tra FederBio e il Centro Interuniversitario di Ricerca Per lo Sviluppo sostenibile (CIRPS) dell’Università La Sapienza di Roma, un accordo grazie al quale saranno avviate importanti attività di ricerca e di analisi sul settore. Nell’ottica di promuovere l’uso delle energie rinnovabili in agricoltura, il progetto mira ad individuare possibili strategie per abbattere i costi e le emissioni legati ai consumi energetici del settore. Partendo dalla sensibilizzazione degli operatori, infatti, i referenti del progetto sono convinti che si possa incoraggiare l’adozione di atteggiamenti consapevoli che possono risultare fondamentali per il miglioramento della qualità ambientale e della vita dei cittadini. Nella macro cornice dello sviluppo sostenibile, le attività che saranno intraprese porteranno poi all’adozione di un programma di interventi che andranno ad attuare la normativa comunitaria, nazionale e regionale in materia. Grazie a un programma articolato che avrà tutto il sostegno strutturale del CIRPS, il rapporto di collaborazione porterà al raggiungimento di importanti progressi nell’ottimizzazione energetica e nelle politiche che faranno del biologico un settore sostenibile.