• Articolo Abu Dhabi , 19 novembre 2012
  • Un nuovo rapporto IRENA

    Fonti rinnovabili: per IRENA convenienti e pulite

  • Le valutazioni di IRENA non hanno fatto altre che confermare che produrre energia sfruttando le fonti rinnovabili conviene all’ambiente e al portafogli

(Rinnovabili.it) – Le fonti rinnovabili sono oramai il modo più conveniente per produrre energia per centinaia di persone che non sono allacciate alla rete elettrica nazionale. A rivelarlo i dati di Irena che rivelano come le rinnovabili soprattutto grazie a vento e sole siano ormai le fonti maggiormente produttive e redditizie, campanello d’allarme che i politici dovranno tenere in considerazione per formulare le nuove strategie nazionali. “Una rivoluzione rinnovabile è in corso”, dice Dolf Gielen, direttore Innovazione di IRENA. “Gli ultimi anni hanno visto costante, a volte drammatica caduta nel costo dell’energia elettrica da fonti rinnovabili – che la rende la soluzione più economica off-grid, e anche on-grid in luoghi dove le risorse sono abbondanti. Il messaggio è chiaro: oggi l’energia rinnovabile è spesso l’opzione più economica per soddisfare la domanda crescente di energia elettrica – anche senza sovvenzioni. E’ anche più sano, e migliore per l’ambiente. Un futuro di energia rinnovabile è ora negoziabile.”


Ma le parti salienti del rapporto IRENA evidenziano che la produzione di energia da biomassa è diventata competitiva lì dove sono a disposizione rifiuti agricoli o forestali  toccando gli 0,06 dollari per kWh mentre l’energia solare a concentrazione ha visto una riduzione minore dei costi, che si fermano a 0.14 dollari per kWh.   L’energia idroelettrica, attualmente la più grande fonte mondiale di energia rinnovabile, oggi spesso fornisce l’elettricità al costo minore rispetto a qualsiasi altra fonte di generazione. Il solare fotovoltaico, invece, che ha visto un rapido sviluppo nel corso degli ultimi due anni sta per raggiungere la grid parity in molte zone del mondo, con costi energetici che vanno da 0,16 a 0.36 dollari per kWh.

Per quanto riguarda i parchi eolici onshore i più competitivi riescono ad offrire energia a soli 0,04 dollari per kWh