• Articolo Rotterdam, 14 ottobre 2011
  • Pronto il nuovo progetto della GE che prevede un complesso sistema di alimentazione elettrica ‘onshore’

    Il porto di Rotterdam diventerà ‘green’

  • Verranno realizzate 800 cabine elettriche portuali che potranno rifornire fino a 5.000 imbarcazioni

(Rinnovabili.it) – Un piano di alimentazione elettrica “onshore” che tramite delle “cabine elettriche” fornirà alle imbarcazioni nel porto di Rotterdam energia sicura e affidabile – è questo il nuovo progetto che la General Electric ha da poco ultimato, dove il “rifornimento sostenibile” consentirà una riduzione complessiva delle emissioni di CO2 ed una diminuzione della concentrazione di ossidi di azoto e di particolato nell’aria attorno al grande scalo navale olandese. Questo nuovo sistema di alimentazione onshore consentirà infatti alle numerose chiatte fluviali (destinate al trasporto merci) di spegnere il motore durante la permanenza nel porto e di ridurre considerevolmente l’inquinamento ambientale ed acustico all’interno dell’area.

In particolare, con il progetto della GE si potranno collegare fino a 5.000 imbarcazioni, fornendo energia da circa 800 cabine portuali. Le cabine inoltre, sono provviste di contatori che possono essere letti da “postazioni in remoto”, consentendo quindi agli utenti di monitorare i propri costi energetici in tempo reale e promuovendo un consumo energetico più efficiente. Per Todd Johnstone, direttore generale della divisione GE Energy Industrial Solutions – “L’approvvigionamento energetico onshore è un’alternativa più ecologica e più efficiente rispetto all’utilizzo di motori o generatori diesel.”

“Tuttavia, – prosegue Johnstone –  fornire energia alle imbarcazioni di uno dei porti più trafficati al mondo rappresenta una grossa sfida, che stiamo vincendo grazie alla stretta collaborazione con le autorità portuali.”