• Articolo Zhengzhou, 15 maggio 2012
  • Due linee ad alta tensione collegheranno la costa alla provincia di Henan

    In Cina iniziano i lavori della linea di trasmissione dei record

  • Sono iniziati domenica i lavori per la realizzazione dell’infrastruttura per il trasporto nelle città dell’elettricità generata dai parchi eolici e solari presenti sulla costa

(Rinnovabili.it)  – Ha preso il via in Cina il cantiere di costruzione per la realizzazione della più grande linea di trasmissione energetica del Pianeta. La nuova infrastruttura, composta da due linee ad alta tensione, servirà a collegare gli impianti eolici e i parchi solari, ma anche le centrali a carbone della costa alla città. I media nazionali hanno confermato che domenica hanno preso il via i lavori per la realizzazione della linea lunga 2.210 chilometri e per il posizionamento di un cavo da 800 kv per un costo complessivo stimato di 3,7 miliardi di dollari, che serviranno a segnare il record di grandezza a livello mondiale. Una volta posato il cavo, la cui messa in opera è prevista per il 2014, avrà una capacità di trasmissione di otto milioni di kW e collegherà la prefettura di Hami con la più centrale Zhengzhou. Hami è uno dei principali centri energetici della Repubblica, che vanta enormi giacimenti di carbone nonché un numero di parchi eolici in costante crescita.

Annunciando l’inizio dei lavori Zhenya Liu, direttore generale della State Grid Corporation cinese, ha dichiarato che la linea sarà in grado di trasmettere 37 miliardi di kWh in media ogni anno, riducendo le emissioni di anidride solforosa di 317.000 tonnellate e quelle di ossido di azoto di 267.000 tonnellate che altrimenti verrebbero prodotte durante il trasporto e l’utilizzo del carbone necessario per la produzione dell’elettricità inviata ai centri abitati limitrofi.