• Articolo Birmingham, 9 luglio 2012
  • 1,3 milioni per nuove caldaie, moduli solari e sistemi di efficientamento energetico

    La BEI finanzia il Birmingham Energy Savers

  • La BEI ha approvato un finanziamento a supporto dei progetti di ristrutturazione ed efficientamento energetico di almeno 60mila abitazioni di Birmingham

(Rinnovabili.it) – Il nuovo programma di risparmio energetico di Birmingham (BES- Birmingham Energy Savers) ha ottenuto un finanziamento da 1,3 milioni di sterline dalla Banca europea per gli Investimenti.

Grazie al fondo stanziato il Consiglio riuscirà a portare avanti il progetto che mira a dotare almeno 60mila abitazioni di nuove caldaie, moduli solari e sistemi di efficientamento energetico.

Cllr James McKay, membro di gabinetto per una Green, Safe and Smart city, ha dichiarato: “Dotando le case di Birmingham di misure di risparmio energetico si potranno aiutare i cittadini, compresi alcuni tra i meno abbienti, a risparmiare sulle bollette – facendo la differenza giorno dopo giorno”.

“Birmingham ha alti tassi di fuel poverty rispetto a qualsiasi altro nucleo cittadino e la West Midlands ha tassi più elevati rispetto a qualsiasi altra regione, quindi è fondamentale andare avanti con programmi per dotare le nostre case delle molte misure verdi a disposizione, il più rapidamente possibile” ha affermato concludendo “Avendo già ricevuto il sostegno del governo per i nostri sforzi, è estremamente incoraggiante ottenere il sostegno di un’organizzazione così rinomata come la Banca europea per gli investimenti. Questo dimostra che siamo la punta di diamante del programma di retrofit “.

Una volta apposta la firma anche Simon Brooks, Vice Presidente della Banca europea degli investimenti, ha dichiarato “L’efficienza energetica è una priorità per la BEI. I progetti ELENA a Birmingham, sostenuti dalla BEI, ridurranno i costi di riscaldamento e serviranno a migliorare l’efficienza energetica nelle case di tutta la città. Siamo lieti di lavorare con il Birmingham City Council a questa iniziativa e desiderosi di intensificare la nostra cooperazione in questo importante settore con altre città del Regno Unito”.