• Articolo , 4 ottobre 2010
  • La Commissione Europea plaude al progetto RomaPerKyoto

  • La Commissione Europea ha riconosciuto il progetto RomaPerKyoto come uno dei migliori progetti LIFE sul cambiamento climatico realizzato su scala locale. Obiettivo: ridurre del 6,5% entro il 2012 le emissioni inquinanti nella Capitale grazie ad azioni pilota nei diversi Municipi e dipartimenti

(Rinnovabili.it) – Il suo obiettivo era ambizioso: ridurre del 6,5% le emissioni a effetto serra entro il 2012 nella città di Roma. Ora, per il progetto “RomaPerKyoto”:http://www.rinnovabili.it/e-la-capitale-la-capofila-del-progetto-europeo-romaperkyoto-701216 , è arrivato un riconoscimento molto importante: la Commissione Europea lo ha selezionato come uno dei migliori progetti LIFE sul cambiamento climatico realizzato su scala locale. Il programma, della durata di quattro anni, mira, attraverso una serie di azioni pilota a livello di uffici Dipartimentali e Municipi, a conseguire questo importante risultato di riduzione nel rispetto del protocollo di Kyoto in vigore dal 16 febbraio 2005.
Alla realizzazione del progetto, che ha visto in prima fila il Comune capitolino e l’Enea, hanno partecipato enti e istituzioni di tutto rilievo: la Provincia di Roma, RomaEnergia, RomaNatura, ATAC e ha visto la collaborazione dell’Università di Tallaght (Irlanda). A riferire del prestigioso riconoscimento accordato a RomaPerKyoto è stata Enea, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile che, nell’ambito di questo programma quadriennale in collaborazione con il Comune di Roma, ha predisposto l’inventario comunale delle emissioni di gas ad effetto serra per il periodo 1990-2007 ed ha realizzato interventi di termoregolazione e di isolamento termico in una scuola materna del Municipio XV, al fine di migliorarne l’efficienza energetica abbassando il quantitativo di inquinanti rilasciati in atmosfera.