• Articolo Legnago, 20 luglio 2012
  • L’alta efficienza di Riello protegge il green data center ENI

  • I collaudi certificano l’eccezionale efficienza (oltre il 99,4%) dei gruppi di continuità di Riello UPS, che abbatteranno sensibilmente le emissioni di CO2

Riello UPS è il partner tecnologico scelto per fornire i gruppi di continuità (UPS) che assicureranno un’alimentazione energetica sicura e di qualità al nuovo modernissimo Green Datacenter Eni la cui costruzione sarà ultimata entro la fine del 2012, (http://www.eni.com/green-data-center/it_IT/pages/home.shtml). L’impianto, che nei suoi oltre 5.000 metri quadri di sviluppo ospiterà tutti i sistemi informatici di elaborazione centrale Eni e che assorbirà fino a 30 MW di potenza IT utile, sarà realizzato secondo i più moderni standard di efficienza energetica.

In questo contesto, un importante supporto proviene dalla tecnologia tutta italiana di Riello UPS, i cui innovativi gruppi di continuità Master HP, personalizzati su specifiche Eni, sono stati scelti per proteggere l’alimentazione dell’intero complesso.

I primi test completati, certificati dal TUV (l’ente certificatore elettrico tedesco) con il supporto metodologico e di analisi del Dipartimento di Ingegneria Elettrica dell’Università di Bologna, hanno verificato il superamento della soglia del 99,4% di rendimento, raggiungendo i valori eccezionali di 99,46% di efficienza al 50% del carico e del 99,43% al 100%. Il valore di questi risultati, record mondiali assoluti per gli UPS, si apprezza meglio se confrontato con i valori standard degli UPS normalmente in uso nei data center, che normalmente operano in modalità on-line e che, in condizioni operative ottimali, non superano il 93-94%.

In questo modo, il risparmio di energia ottenibile grazie ai dispositivi Riello UPS rispetto a quelli tradizionali (nell’ipotesi di un valore medio effettivo di efficienza dei sistemi UPS del 93%), in un data center con una potenza IT assorbita di 10 MW (il Green Datacenter ENI è progettato per assorbire fino a tre volte tanto), sarebbe superiore a 5.600 MWh/anno corrispondenti ai consumi annui per uso domestico di oltre 4.600 persone e pari a oltre 600.000 € all’anno di minori costi di gestione e con minori emissioni per 3.000 tonnellate di CO2/anno.

“Per ottenere i risultati di efficienza richiesti da ENI, abbiamo adottato un approccio innovativo, basandoci su UPS online di taglia media (200kW), operanti normalmente in modalità ECO-mode, cioè in modalità stand-by-on, pronti a commutare in modalità on-line quando avviene una rilevante discontinuità di alimentazione elettrica.” ha dichiarato l’Ing. Maurizio Scarpone, responsabile R&D di Riello UPS. “Le capacità tecnologiche del nostro ufficio Ricerca e Sviluppo ci hanno permesso di raggiungere e perfino di superare gli obiettivi che ci erano stati richiesti.”

“Abbiamo modificato gli UPS della serie Master HP per il Green Data Center di ENI in funzione delle specifiche forniteci, secondo logiche diverse rispetto ai tradizionali UPS, ottenendo così sistemi estremamente affidabili, sicuri, economici e soprattutto ad altissima efficienza.” ha dichiarato Salvatore Moria, direttore commerciale Italia di Riello UPS.

E’ importante sottolineare che questi risultati, di eccellenza assoluta a livello mondiale, sono frutto della collaborazione tra due primarie aziende italiane, leader nei rispettivi settori, a conferma della positiva ricaduta nazionale del progetto Eni sia sul fronte dello sviluppo di competenze innovative che sullo stesso tessuto economico.